Castel San Pietro (Bo). L'Amministrazione comunale conferma anche quest'anno la scelta di celebrare il Giorno della Memoria attraverso le iniziative organizzate e proposte dal mondo della scuola, dalle associazioni e realtà del territorio.

Il primo appuntamento, a cura dell'associazione Terra Storia Memoria, che si terrà domenica 27 gennaio alle ore 10,30 nell'area vicino alla chiesetta di via Scania 350, è “Un Fiore per Enrica”, deposizione di una pianta alla stele dedicata alla memoria di Enrica Calabresi (nella foto), zoologa e docente di Entomologia agraria, di origine ebraica, vittima dell'Olocausto, la cui famiglia dagli anni '30 risiede nel Comune di Castel San Pietro Terme. Parteciperanno rappresentanti dell'Amministrazione comunale, di Terra Storia Memoria e di altre associazioni.

Martedì 29 gennaio alle ore 9,15 al Cassero Teatro Comunale ci sarà la proiezione del docufilm “Una donna, poco più di un nome” sulla vicenda di Enrica Calabresi, prodotto dalla Regione Toscana. Interverranno la regista Ornella Grassi e lo scrittore Paolo Ciampi. Saranno presenti rappresentanti della famiglia Calabresi, delle scuole castellane, delle autorità civili e religiose, delle associazioni e della cittadinanza. L'iniziativa, che ha il patrocinio della Regione Emilia-Romagna, è aperta a tutta la cittadinanza.

La sera di martedì 29 verrà dedicato un momento di riflessione sulla Giornata della Memoria in apertura della seduta del Consiglio Comunale, durante la lettura delle comunicazioni del presidente Stefano Trazzi (Sala Consiliare, primo piano Palazzo Municipale, piazza XX Settembre 3).
Rientra nell'ambito delle iniziative del Giorno della Memoria anche la presentazione del libro di Roberto Matatia “I vicini scomodi”, storia di un ebreo di provincia, di sua moglie e dei suoi tre figli negli anni del fascismo, che si terrà venerdì 8 febbraio alle ore 20,30 alla Libreria Atlantide con il patrocinio del Comune di Castel San Pietro Terme. Matatia sarà intervistato dallo scrittore Paolo Casadio, autore de “il bambino del treno”.

Come ogni anno, la Biblioteca comunale di Castel San Pietro Terme (via Marconi 29) allestisce in questo periodo un tavolo con proposte di lettura per adulti e ragazzi sull'argomento.
Inoltre, nell'intento di dare continuità nel corso dell'anno alla riflessione e all'approfondimento sulla tragedia dell'Olocausto, l'Amministrazione aderisce anche quest'anno al progetto speciale giovani “Vedere per conoscere e ricordare” di Aned e all'Incontro internazionale di Mauthausen, promuovendo la partecipazione degli studenti castellani al viaggio d'istruzione che si terrà nel mese di maggio.