Imola. “Mai più tragedie come queste”, la sindaca Manuela Sangiorgi ha partecipato alla cerimonia in ricordo delle persecuzioni razziali, con la posa di una corona in vicolo Giudei: “Siamo qui oggi per ricordare le vittime innocenti dell’odio, del razzismo e dell’ignoranza”. La cerimonia rientra nell’ampio programma di iniziative organizzate e promosse dal Comune di Imola, insieme ad altri enti ed associazioni, in occasione del 27 gennaio “Giorno della Memoria”, istituito con Legge n. 211 del 20 luglio 2000, “in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti”.

Alla cerimonia hanno partecipato rappresentanti della giunta, del Consiglio comunale, autorità civili e militari della città e rappresentanti delle Forze dell’ordine e delle Associazioni d’arma e partigiane.

“Vogliamo ricordare la comunità ebraica non solo per il dramma della Shoah, ma anche per l’impegno profuso affinché quelle tragedie non accadano mai più – ha aggiunto la sindaca Sangiorgi -, è nostro compito portare avanti, nei confronti delle giovani generazioni, la memoria di quanto accaduto ed i valori di pace, solidarietà e giustizia perché quanto accaduto non succeda mai più”.

Le iniziative nell’ambito del “Giorno della Memoria” proseguiranno domenica 27 gennaio. Alle ore 17 ed alle ore 21, al teatro Lolli (via Caterina Sforza 3) si svolgerà “1938-1945: la persecuzione razziale. Parole e storie di un tempo buio”, letture e dialoghi a cura di Tilt – Trasgressivo Imola laboratorio teatro, nei quali dalla valigia della memoria emergono documenti, cronache, storie di bambini, uomini e donne: per ferirci e coinvolgerci ancora.