Le confidenze fatali raccolte su una panchina o più precisamente da un famoso scrittore e filosofo cieco che là siede ogni giorno a godersi l’aria mattutina, sono il centro di Cita a ciegas (confidenze fatali) dell’argentino Mario Diament, il prossimo spettacolo in scena al Teatro comunale di Imola.

L’allusione è chiaramente al grande scrittore argentino Jorge Luis Borges e le confidenze sono quelle di alcuni passanti che con dialoghi e racconti svelano legami tra loro sempre più inquietanti, misteriosi e a tratti inaspettatamente divertenti.Lo scrittore cieco, interpretato da Gioele Dix, non può vedere ma è in grado di comprendere il mondo meglio di chiunque altro. Grazie a lui si sciolgono tutti i nodi stretti intorno all’anima dei personaggi che di volta in volta si siedono su quella panchina “psicanalitica”. Amore, passione, abbandono e scoperta, in una parola la vita è la protagonista di una commedia tragica e ironica al tempo stesso. In Argentina, Borges è popolare come una star del calcio, e Diament lo mette al centro del capolavoro, rappresentato in tutto il mondo con straordinario successo. Come Borges, che crebbe parlando e scrivendo in inglese e spagnolo e visse in diversi paesi, Mario Diament è uno scrittore interculturale, un emigrato e un esule che scrive sull’Argentina, sull’identità e l’isolamento, come fece il grande poeta argentino. Un thriller appassionante, un avvincente intreccio di incontri apparentemente casuali dove violenza, inquietudine e comicità si insinuano dentro rapporti d’amore.

Lo spettacolo è prodotto dal Teatro Franco Parenti e dalla Fondazione Teatro della Toscana con traduzione, adattamento e regìa di Andérée Ruth Shammah. Affiancano Gioele Dix gli attori Laura Marinoni, Sara Bertelà, Elias Schilton, Roberta Lanave.

Repliche fino al 3 febbraio

PREVENDITA dal 26 gennaio

I biglietti per lo spettacolo CITA A CIEGAS saranno venduti al botteghino in prevendita nella giornata di sabato 26 gennaio dalle ore 16 alle ore 19. Dalle ore 20 del medesimo giorno partirà la vendita online dei biglietti ancora disponibili sul sito del Teatro Stignani www.teatrostignani.it, oppure sul circuito www.vivaticket.it

(v.g.)