Riceviamo questa lettera dalla redazione del mensile antifascista inglese Searchlight che pubblichiamo volentieri perché illumina alcuni comportamenti del nostro governo.

Cari amici e colleghi,
Sono certo sarete come noi allarmati per le iniziative del nuovo governo italiano e non è stato scioccante leggere sul Times la scorsa settimana che il tentativo di rimandare in Italia Vittorio Spadavecchia uno degli Associati Politici e Commerciali più vicini a Roberto Fiore (Capo e fondatore di Forza Nuova, ndr) è fallito perché non è stata ripresentata la richiesta di estradizione. I lettori del nostro giornale lettori sanno che dopo Fiore una manciata di attivisti NAR e in alcuni casi le loro famiglie sono state sistemate nel Regno Unito e aiutate dall’estrema destra britannica, come la “The League of St George” e protette da M16 in (cambio di servizi?).
Fiore e i suoi principali attivisti nel complesso provenivano da famiglie italiane della destra benestante.
Searchlight e il Mail on Sunday hanno fatto di tutto per farli spedire a casa. All’inizio non esisteva alcuna legge sull’estradizione, ma in seguito, quando molti di loro erano entrati a far parte della multinazionale di proprietà di Fiore, fu permesso a loro di restare.
L’estensione del business di Fiore fu da noi scoperta alcuni anni  e siamo  stati anche in grado di fare un paio di inchieste televisive sui suoi collegamenti in corso con l’estrema destra inglese, in particolare aiutando Nick Griffin a creare The Political Soldiers e diventare il leader del partito post-fascista di maggior successo in Inghilterra (il BNP).
Se siamo seriamente intenzionati a combattere il terrorismo in tutte le sue forme nel Regno Unito, e vorremmo cercare di liberarci di questo sinistro gruppo di ricchi criminali

(Redazione di Searchlight)