Ora Cassa Centrale Banca, un grande gruppo di banche cooperative e casse rurali è un fatto compiuto.. Come verrà percepita dagli utenti tradizionali di questi istituti? Abbiamo rivolto la domanda a Giorgio Fracalossi, il presidente di quella che è al momento (e numeri all mano) una delle 10 importanti banche italiane

“Buona domanda, E’ un tema importante. Per i soci e i clienti, per le famiglie, le piccole e medie imprese non cambierà nulla. Ciascuno continuerà a lavorare con la propria banca, senza accorgersi o quasi dell’esistenza di una capogruppo. Il rapporto con il territorio e la comunità, vero vantaggio competitivo del nostro modo di fare banca resta immutato. E’ anche vero però che il mondo del credito cooperativo vive un passaggio davvero storico  della sua storia, un passaggio che è, ragionevolmente,  prima di tutto culturale Molta strada è stata fatta ma dobbiamo continuare a camminare per passare da un sistema integrato a rete di banche locali al Gruppo Bancario. Con il 1gennaio di quest’anno siamo diventati l primo Gruppo Bancario Cooperativo che si è costituito in Italia. Un risultato assolutamente straordinario, Un traguardo per il quale hanno lavorato con impegno e passione tutte le banche del nostro Gruppo. Un impegno che chiama tutti al cambio di passo. Per evolvere,  per crescere, per restare noi stessi sempre a servizio dei soci e clienti.

Il Gruppo CCB consente alle Casse Rurali, BCC, Raiffeisen  di essere più forti e competitive, capaci di rispondere le sfide e la rapida evoluzione del mercato. I valori fondanti sono e rimangono la nostra stella polare. Evolvono i modelli organizzativi. Il Gruppo nasce come risposta alla richiesta di cambiamento ed efficientamento del settore. Ripeto, ci riconosciamo sempre negli irrinunciabili valori fondanti del nostro essere banche cooperative e locali ma vogliamo anche essere pronti a vivere le sfide del nostro tempo. Non una scelta che piega i valori della cooperazione alla logica degli affari ma la via per garantire un futuro al nostro modello ed affrontare insieme sfide complesse.”

Quali saranno i vantaggi più evidenti?

“Si è aperta una fase nuova. Dobbiamo aiutarci a vivere il cambiamento per continuare a crescere.
Le Casse Rurali, con le BCC e le Raiffeisen, che sono una fondamentale espressione del territorio e delle economie locali possono contare  su un solido gruppo che promuove  la redditività, l’efficienza e la crescita Saremo in gradi di migliorare prodotti e servizi. Saremo un Gruppo snello e competitivo mantenendo una grande attenzione ai costi tanto della capogruppo che delle società ad essa collegate. Vogliamo continuare a spenderci per il bene e la dignità economica e sociale dei nostri territori. Da oggi sarà un po’ meno faticoso.  In questo lungo periodo di decrescita le nostra realtà hanno svolto e continuano a svolgere una puntuale funzione anticiclica. Vogliamo continuare ad essere il partner finanziario, spesso unico, di famiglie e piccole e medie imprese. Penso che nelle nostre comunità le Casse Rurali e le Bcc sono e resteranno per molto tempo ancora un’istituzione.”