Attenzione ai parchi poco frequentati e agli edifici fatiscenti che li circondano. Spesso, di notte, sono il rifugio di persone senza fissa dimora e fin qui nulla da obiettare, ma anche di chi è dedito al piccolo spaccio di droghe leggere.

I carabinieri hanno eseguito, la notte del 5 marzo, una serie di controlli antidroga all’interno di un parco pubblico situato tra via del Lavoro e via Cogne, nelle vicinanze della stazione ferroviaria. I militari dell’Arma hanno passato al setaccio tutta la zona, meglio nota come “Ex Cogne”, compreso alcuni edifici in stato di abbandono e in condizioni fatiscenti, la cui costruzione era iniziata qualche decennio fa e non è mai stata completata, diventando dimora per graffitari, clochard, clandestini e spacciatori di sostanze stupefacenti che alimentano il mercato della droga.

Uno di questi è stato scovato questa notte durante un blitz dei carabinieri che sono entrati nell’edificio e hanno sorpreso un marocchino di 52 anni, senza fissa dimora, con alcune dosi di hashish. La sostanza stupefacente è stata sequestrata e l’uomo, segnalato alla Prefettura di Bologna, è stato allontanato dalla struttura.