L’assessore Claudio Frati

Imola. In una settimana piuttosto stagnante per la politica imolese, emerge però come una novità interessante la convocazione per mercoledì 13 marzo alle 10.30 di una commissione consiliare Sociosanitaria. Il problema è che non c’è al momento una assessora a Sanità e Welfare da gennaio quando Ina Dhimgjini si dimise dal suo incarico e la sindaca Manuela Sangiorgi assunse “ad interim” le tante deleghe fra cui le più importati sono a Sanità, Welfare e Casa. Da allora la sindaca, che il 6 marzo era in giunta, ha mantenuto tali deleghe che però appesantiscono non poco il suo già notevole lavoro. E in attesa di nominare una nuova assessora, cosa che accadrà a breve, ha deciso di dare alcune deleghe agli altri assessori della giunta.

Fra coloro che ne hanno meno c’è Claudio Frati, assessore al Bilancio e al Personale. Proprio Frati, persona preparata e coscienziosa, potrebbe assumere alcune deleghe, in particolare quella sulla Sanità, visto che nei cinque anni da assessore è stato consigliere anche nella Città metropolitana, da dove è partita la riorganizzazione della Sanità sul territorio della provincia di Bologna. Mettere Frati alla Sanità, che probabilmente accetterà di sorbirsi una delega molto pesante, potrebbe permettere alla sindaca di dare alla nuova assessora che sta arrivando meno deleghe sulle quali concentrarsi visto che è nuova del ramo.

(m.m.)