Imola. Anche  quest’anno prosegue l’esperienza degli incontri “Nella parte del genitore” rivolti alle famiglie, ai docenti ed educatori, organizzati dal Settore Scuole del Comune nell’ambito dello Sportello psico-educativo, servizio realizzato con il contributo della Fondazione S.M. Goretti.

Nello specifico, il servizio Diritto allo studio e il Centro per le famiglie, in collaborazione e con il patrocinio dell’Asl,  propongono tre serate per interrogarsi e confrontarsi sul tema dell’Intelligenza, o meglio delle Intelligenze, e su quanto strategie educative improntate all’Intelligenza emotiva possano rivelarsi utili nel preparare bambini e ragazzi alla vita.

Gli incontri offriranno un percorso per confrontarsi ed approfondire temi e domande che attraversano, anche inconsapevolmente, le nostre scelte educative: Cos’è l’intelligenza? Intelligenti si nasce o si diventa? E su come le relazioni e le parole sono strumenti fondamentale per sostenere la crescita dei nei nostri figli e ripensare ad  una disciplina “positiva”.

Gli incontri saranno occasione per potersi confrontare con gli esperti, per cercare assieme risposte a dubbi ed interrogativi. Tre appuntamenti anche per dialogare con altri genitori ed educatori. Esempi pratici, testimonianze, letture e filmati, aiuteranno il confronto su come famiglia e scuola possono svolgere la loro funzione di soggetti educanti e sull’importanza dell’alleanza tra genitori e figure educative  per il benessere di bambini e ragazzi e la loro riuscita come adulti responsabili e felici.

La crescita dei figli è spesso la scoperta di un territorio inesplorato e non sempre è facile per i genitori capire “come comportarsi”. Questo ciclo d’incontri rientra negli interventi messi in campo dall’Amministrazione comunale a sostegno della genitorialità,  un’opportunità offerta ai genitori per acquisire conoscenze e strumenti che permetteranno di migliorare le proprie competenze educative.

I tre appuntamenti in programma – I tre incontri, a ingresso libero, si terranno nella sala San Francesco, della Biblioteca Comunale, dalle 20,30 alle 22, con cadenza quindicinale, nelle serate di lunedì 11 e 25 marzo e 8 aprile, con il programma allegato.

Lunedì 11 marzo Michele Di Felice psicologo dello Sportello psico-educativo sulle difficoltà del comportamento e Alessandra Ronchi,  Neuropsicomotricista dell’età evolutiva –Uompia Ausl parleranno del tema “Educare all’intelligenza emotiva”, per rispondere alle domande: cos’è l’intelligenza? Come si misura? Intelligenti si nasce o si diventa? Spunti di riflessione sulle molte sfaccettature dell’intelligenza: strumenti per riconoscere e valorizzare il potenziale in ciascuno. Cosa è l’intelligenza emotiva e come possiamo farne uno strumento educativo.

Lunedì 25 marzo Michele Di Felice psicologo dello Sportello psico-educativo sulle difficoltà del comportamento parlerà del tema “Ripensare la disciplina”, Nell’ottica di “Educare e insegnare, non rimproverare!” è possibile porre limiti e regole senza inasprire i conflitti ma rafforzando il legame educativo? Un confronto per ripensare una disciplina ad alto contenuto relazionale.

Lunedì 8 aprile Alessandra Ronchi Neuropsicomotricista dell’età evolutiva –Uonpia Ausl illustrerà il tema “Le parole per dirlo”. Una serata dedicata ad affrontare tematiche quali: far sentire il proprio figlio una persona di valore oggi per aiutarlo ad essere un adulto che raggiungerà i suoi obiettivi e starà bene con se stesso. Le parole che sostengono, supportano, incoraggiano. Strumenti e strategie da applicare nella vita di tutti i giorni.