Imola. Si chiamerà “Parco dell’Amicizia” l’area verde di San Prospero in via Masrati. L’intitolazione dell’ area verde avverrà giovedì 14 marzo alle 10 (ingresso via Masrati), alla presenza della sindaca Manuela Sangiorgi e dei bimbi delle scuole di San Prospero.

Il nome è stato scelto dai bambini della scuola dell’Infanzia di San Prospero che hanno preso parte a uno specifico progetto di partecipazione, insieme allo staff di ImolaRipartecipa del Comune, alla Consulta delle frazioni e al centro sociale di San Prospero. Questi soggetti, infatti, sono stati i protagonisti del progetto “Frazioni al centro. Officine di partecipazione” messo a punto dal Servizio Politiche sociali del Comune, con il quale ha ottenuto un contributo di 15 mila euro dalla Regione, partecipando nel 2017 al Bando regionale LR 3/2010 a sostegno dei Progetti partecipativi. All’interno del suddetto progetto, tra le “pratiche partecipative” è stata individuata la cura del parco pubblico di San Prospero.

L’obiettivo era quello di rendere il parco pubblico della frazione di San Prospero un luogo in grado di esprimere a pieno le proprie potenzialità di bene comune vissuto e apprezzato dalla comunità, dove le opportunità d’incontro (spontaneo e organizzato) sono favorite dalla presenza e dal buono stato di arredi e attrezzature.

Le azioni compiute – Una volta individuata la cura del verde come l’oggetto del percorso partecipativo e nello specifico la cura del parco pubblico di San Prospero, lo staff di ImolaRipartecipa del Comune, la Consulta delle frazioni, la Scuola dell’Infanzia e il Centro sociale di San Prospero hanno attivato una serie di azioni. In primo luogo è stata organizzata la Giornata di pulizia nel parco, in occasione della giornata mondiale dell’ambiente il 5 giugno; poi è stato elaborato il galateo del verde (redatto in più lingue con contenuti che integrano ciò che detta la norma vigente con ciò che hanno espresso i bambini e le bambine della frazione in termini di rispetto e cura di uno spazio per loro importante); in seguito è stato scelto il nome del parco e sono stati predisposti gli accordi di collaborazione fra i vari soggetti suddetti, protagonisti delle varie fasi partecipative. Ed ora l’ultimo passo e cioè la presentazione ufficiale del nome scelto dai bambini delle scuole di San Prospero, con l’inaugurazione della targa toponomastica.

Le azioni da compiere – Infine, sabato 30 marzo dalle 9.30 alle 12.30, al Centro sociale San Prospero si svolgerà il “Laboratorio di progettazione partecipata della segnaletica del parco”, per progettare e realizzare con materiali il più possibile naturali e/o riciclati dei totem con le buone regole di utilizzo del parco. Il laboratorio è aperto a tutti i cittadini, è gratuito ed è curato da Bruno Fronteddu dell’Associazione Baba Jaga.