Fabio Minzoni, candidato a sindaco del centrodestra

Mordano. E’ Fabio Minzoni, 42enne titolare di due società di sicurezza ed igiene sul lavoro oltre che allenatore di calcio, il candidato a sindaco del centrodestra nel paese della Sagra dell’Agricoltura che sfiderà Nicola Tassinari, Pd e candidato del centrosinistra alle elezioni amministrative del 26 maggio.

Minzoni si era già candidato nel 2013 a Imola per “Insieme si vince” con Andrea Zucchini, poi quando il gruppo si spaccò rimase fra i sostenitori di Nicolas Vacchi, oggi vicecoordinatore provinciale di Forza Italia. Dunque, un’altra tessera del mosaico del centrodestra va a posto dopo quella di Brigida Miranda a Borgo Tossignano, tutti e due “azzurri” vicini a Silvio Berlusconi mentre la Lega terrà per persone a lei vicine  probabilmente Fontanelice, dove però il consigliere comunale a Imola Simone Carapia ha rifiutato di candidarsi alla carica di sindaco, e Casalfiumanese, mentre per la Bassa al momento c’è in campo solamente Claudio Rossi a Castel Guelfo, con un passato sia in Forza Italia sia nella Lega. Gli altri sono ancora da definire, anche se a Castel San Pietro ci sono voci sempre più forti per Luca Morini.

A Mordano, il Movimento 5 stelle ha un piccolo gruppo di attivi e difficilmente riuscirà a presentare una lista, quindi potrebbero essere solo Tassinari e Minzoni a disputarsi il ruolo di sindaco con Tassinari che parte in vantaggio anche se l’attuale primo cittadino per dieci anni Stefano Golini non si è distinto per un’amministrazione particolarmente positiva.

(m.m.)