Da sinistra, Pietro Latronico, Manuela Sangiorgi, Elisa Maurizzi e Marco Mingozzi

Castel San Pietro (Bo). Un’altra donna candidata a sindaco nel Movimento 5 stelle, dopo Manuela Sangiorgi che lo scorso anno ha vinto a Imola, nel secondo Comune come numero di abitanti del circondario, a Castel San Pietro. Si tratta di Elisa Maurizzi, 36 anni, residente a Castello e mamma di un bambino di 4 anni. E’ laureata in Giurisprudenza con il massimo dei voti a Bologna. Svolge l’attività di avvocato dal 2014 e come libera professione, ha collaborato con la cattedra di diritto costituzionale di Bologna. Attivista da più di un anno del M5Stelle castellano, è socio fondatore di un’associazione culturale di servizi alle famiglie no profit e vanta una partecipazione attiva alla Carrera. Gradisce occuparsi di legalità, trasparenza, partecipazione attiva, famiglia, sport, associativismo, giovani, efficienza.

Il candidato vicesindaco, e capolista dei grillini vista anche la sua esperienza in consiglio comunale negli ultimi anni, è Pietro Latronicotutto’ora capogruppo pentastellato, 55 anni, sposato con due figli che vive a Osteria Grande, frazione con un grande serbatoio di voti da tentare di conquistare almeno in parte. Con un diploma di ragioniere e perito commerciale, lavora come libero professionista nel settore dell’imballaggio industriale e logistica integrata, è buon conoscitore del mondo imprenditoriale dell’area metropolitana e gli argomenti sui quali è più preparato sono lo sviluppo delle imprese e del territorio, attività commerciali, comunicazione e partecipazione, scuola, ambiente, turismo.

Il terzo candidato, che sarà nella lista pentastellata, è Marco Mingozzi, 62 anni, sposato e padre di due figli. Ha un diploma come perito tecnico agrario, ha frequentato il conservatorio G.B. Martini fino al quinto anno di pianoforte. Ex imprenditore agricolo e di una azienda agrituristica è stato un allevatore di cavalli. Per motivi famigliare ha lasciato le sue attività, ora lavora come artigiano nel ramo autotrasporti. Attivista storico del M5Stelle castellano, ha collaborato con alcune associazioni no profit, Ha fondato una scuola di equitazione con istruttori qualificati e cavalli da scuola. I suoi argomenti preferiti sono ambiente, agricoltura, prodotti biologici, attività all’aria aperta, turismo ecosostenibile e cultura.

Venerdì 15 marzo, dopo un aperitivo, si è tenuta la presentazione ufficiale alla sala Sassi. L’obiettivo dei grillini sotto il Cassero, non certamente facile ma sul quale intendono lavorare sodo, è quello di portare al ballottaggio l’attuale sindaco del Pd Fausto Tinti.

Il Movimento 5 stelle presenterà una propria lista pure a Casalfiumanese, Sono tre le persone in corsa per fare il candidato sindaco che non sarà Nicola Murru, ovviamente ancora vicino al M5s, per motivi familiari. A Casale il centrodestra punta su Umberto Giannini mentre il Pd non ha ancora sciolto la sua riserva. Pare che la candidata a sindaco sarà la giovane Beatrice Poli, ma l’attuale prima cittadina Gisella Rivola non sembra essere soddisfatta di fare un solo mandato. E qualcuno sussurra che potrebbe nascere una seconda lista di centrosinistra il che renderebbe il Comune contendibile.

(Massimo Mongardi)