Luca Morini

Castel San Pietro (Bo). Come previsto, sono tre i candidati a sindaco sotto il Cassero nello schema classico centrosinistra, Movimento 5 stelle e centrodestra. Il primo a presentarsi è stato l’attuale sindaco Fausto Tinti che dovrebbe essere appoggiato, oltre che dal Pd, da altre tre liste, una centrista, una più a sinistra e una legata al nome dello stesso sindaco. Da pochi giorni il Movimento 5 stelle ha candidato l’avvocato 39enne Elisa Maurizzi e ora entra in gioco ufficialmente, anche se il nome era noto da tempo, anche Luca Morini che dichiara: “Ho accolto con entusiasmo ed energia l’idea dell’on. Carlo Piastra (Lega, Ndr) di creare insieme un progetto politico per Castello. Da oltre due mesi, insieme ad un gruppo di persone del territorio, stiamo lavorando quotidianamente per un programma completo, all’altezza di una città con le potenzialità di Castel San Pietro. C’è bisogno di energie nuove, di presenza concreta, di idee, di contatto con la realtà e di entusiasmo e sono disposto a dare a Castello l’ascolto, l’impegno e la presenza che merita. La politica dei proclami, che puntualmente vengono dimenticati all’indomani delle elezioni, non appartiene alla mia persona. Chi mi conosce sa che, dopo l’esperienza giornalistica e dopo la pratica forense, ho scelto di non diventare avvocato, ma di dedicarmi, da ormai 15 anni, a risolvere i problemi della gente, restando sempre al loro fianco”.

Dunque a puntare su Morini è soprattutto la Lega come spiega l’on. Piastra: “Se essersi preso a cuore tanti problemi dei cittadini, durante la pur giovane carriera, può essere un valore, di certo Luca Morini ha già l’esperienza e la caratura del candidato a sindaco. Soprattutto, se la posta in gioco è quella di cambiare le sorti di Castel San Pietro. Il candidato del centrodestra ha ricevuto l’investitura delle forze politiche che lo sostengono (Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia) ma vuole allargare ulteriormente la coalizione, aggregando forze della società civile, per scardinare la coalizione (centrosinistra, ndr) che governa ininterrottamente la cittadina termale dal Dopoguerra ad oggi. Come ideatore dell’Associazione Forum, e attuale presidente regionale di ‘Casa del Consumatore’, nella quale ha condotto varie battaglie, per esempio, la battaglia contro alcuni autovelox che vessavano i cittadini della zona. Perché la sicurezza (stradale e non) si può perseguire anche in altri modi. Sugli altri temi, terremo ben presto una conferenza stampa”.

Ancora scoperta, per il centrodestra, Medicina mentre a Castel Guelfo Claudio Rossi è ancora un attesa dell’investitura dell’on. Piastra.

(m.m.)