Imola. Sarà Raffaele Mazzanti, presidente della coop “Aurora seconda” a raccogliere il testimone da Domenico Olivieri e assumere l’onore e l’onere di guidare Legacoop Imola

L’elezione al termine di un’assemblea interessante che ha soprattutto fornito conferme.

Domenico Olivieri si è detto orgoglioso di lasciare una cooperazione migliore di quella che ava trovato assumendo il ruolo di presidente e si è rammaricato del fatto che non sia ancora concluso il percorso che doveva portare ad un’unica rappresentanza del movimento cooperativo.

Dopo la relazione una serie di saluti istituzionali da quello del presidente della Clai Giovanni Bettini (“grazie alla cooperazione Imola è una città che ha contenuto le diseguaglianze sociali”) a quello della sindaca che, dopo aver reso omaggio al valore della cooperazione ha dichiarato che alcune infrastrutture si faranno, a partire dalla bretella (ed ha subito aggiunto che lei non è tanto convinta).

A seguire altri interventi, dal tavolo degli imprenditori al sindacato che hanno reso evidente l’incomprensione fra gli attuali amministratori e il mondo produttivo nelle sue varie articolazioni.

Poi è iniziata l’assemblea riservata ai soli delegati che ha appunto eletto Raffaele Mazzanti (e Carlo Alberto Gollini come vice)