Il consigliere comunale e segretario del Pd Marco Panieri

Imola. Il giorno dopo la nomina ad assessore, da parte della sindaca pentastellata Manuela Sangiorgi, di Rosa Lucente, 66enne in pensione con ultimo incarico segretaria generale del Comune di Cavriago (poco più di 10mila abitanti), interviene criticamente il segretario del Pd Marco Panieri.

“Altre competenze in arrivo – attacca Panieri – Imola la giunta del cambiamento (M5S) frulla le deleghe e ri-aggiunge un posto al tavolo. La sindaca dopo le dimissioni, nei mesi scorsi, di Ina Dhimgjini, ha nominato assessore Rosa Lucente, 66 anni, di origine napoletana, ha una lunghissima esperienza come segretario comunale, un dato di fatto non conosce il nostro territorio e abita a 100km di distanza. Attualmente in pensione, è stata una collaboratrice della Sangiorgi su molti dossier. Si occuperà di Personale e Affari istituzionali. Le deleghe del Welfare sono invece andate all’assessore al bilancio Claudio Frati che ha perso però, a favore della Sangiorgi, quella fondamentale dei Tributi. E pure l’assessore ad Autodromo e Grandi Eventi Maurizio Lelli da tempo non è in sintonia con la sindaca. E per chiudere la giornata, dimissioni del presidente di Area Blu Alessandro Ambrosini fortemente voluto dalla Giunta 5 Stelle”.

Infine il capogruppo Pd in consiglio comunale Roberto Visani, ironicamente, dichiara: “Proporrò una mozione che promuova un gemellaggio fra i Comuni di Imola e Cavriago visto che pure la nuova dirigente del settore Cultura Enrica Ugolotti proviene da lì”.

Fossimo stati nella sindaca Sangiorgi, avremmo proposto a Franco Benni di fare l’assessore alla Cultura, settore che ben conosce dove è stato apprezzato da tutti per le sue competenze. Ora che sta per andare in pensione, un incarico almeno temporaneo se lo meriterebbe e farebbe sicuramente bene oltre a ridare energie preziose alla sindaca (che si è tenuta la delega alla Cultura) che già tanto lavoro istituzionale deve compiere oltre a dirigere la giunta.

(Massimo Mongardi)