Imola. Rubava soldi alle suo colleghe di lavoro e cercava di farlo a chiunque frequentasse il suo stesso spogliatoio, uno di quelli dell’ospedale Santa Maria della Scaletta. Tutto è iniziato quando un’infermiera, giunta a casa, si è accorta che qualcuno le aveva rubato 20 euro dal portafogli, poi qualche giorno dopo una donna delle pulizia ha subito un altro furto, stavolta di 50 euro dallo stesso armadietto. Stiamo parlando di armadietti con un chiavistello, senza lucchetto, abbastanza facili di aprire.

La seconda donna ad avere subito il furto, nei giorni seguenti, ha lasciato il cellulare in modalità registrazione audio dentro il cassonetto e poi è andata a fare le pulizie. Quando è tornata ha visto registrata sul cellulare una collega a cui dava il cambio, che rovistava nella sua borsa, lasciata aperta senza soldi. Così ha ripetuto la stessa operazione con il cellulare durante il turno successivo e stavolta è stata chiamata da due infermiere che avevano visto la  giovane collega cercare nelle borse dello spogliatoio.

La donna, una 28enne straniera residente a Imola, è stata portata nel commissariato di polizia di via Mazzini dove è stata denunciata per furto aggravato continuato e tentato furto continuato.