Imola. Con la “rete delle reti” internet e con i programmi dei computer, è cambiato radicalmente il mondo del lavoro e in particolare quello delle professioni. Così la Fondazione Cassa di Risparmio di Imola, con il suo Centro studi per la storia del lavoro e delle comunità territoriali, ha deciso di organizzare una serie di incontri su professioni che hanno riportato mutazioni profonde, e ogni giorno che passa continuano a farlo, quali il medico, l’agronomo, l’avvocato, il giornalista e l’ingegnere.

Il presidente della Fondazione Carimola Fabio Bacchilega ha sottolineato come “da parte nostra cerchiamo di agevolare i cambiamenti, ad esempio per i medici con donazioni all’Ausl nell’ambito della diagnostica e della chirurgia come le colonne laparoscopiche e altre sulla chirurgia oculistica. L’agricoltura di precisione, con l’uso anche della meccatronica per ridurre per quanto possibile l’utilizzo del suolo, per gli avvocati abbiamo chiamato la docente universitaria della sede di Bologna Giusella Finocchiaro che tiene conferenze pure all’Onu, nell’ingegneria abbiamo invitato il Magnifico Rettore dell’Università di Bologna Francesco Ubertini e la vicepresidente di Confindustria Fabia Bonfiglioli (per i giornalisti, non sono ancora stati svelati i nomi, ndr). Tutte le iniziative si terranno nella sala grande del circolo Sersanti e tutti i cittadini sono invitati a riempirla perché riteniamo siano interessanti”.

Il professor Angelo Varni, che presiede il Centro studi della Fondazione di cui è direttore Giuseppe Savini, ha ricordato come “a partire dal 1997, anno della nostra nascita, ci siamo sempre concentrati sulle novità nel mondo del lavoro, ad esempio per quanto riguarda l’evoluzione di lavori come operai, contadini e impiegati con tre volumi dedicati e tante conferenze visto che a fine ‘900 qualcuno prospettava la fine del lavoro e invece si trattava solamente di quello tradizionale che lasciava il posto a nuove forme”. Un Centro studi di alto livello nel cui direttivo sono presenti pure Cesare Annibaldi.  Marco Cammelli. Antonio Castronuovo. Fabrizio Miccoli. Massimo Montanari. Andrea Padovani. Marzio Romani e, prima della sua scomparsa, pure Renato Zangheri.

Intanto, il primo appuntamento, con la professione del medico, si terrà giovedì 4 aprile alle 17.30. L’11 aprile sarò la volta dell’agronomo.

(m.m.)