Inaugura domani sera la 32° edizione di Cassero Jazz con uno dei progetti di etno più interessanti del nostro Paese.

Gianluigi Trovesi

“Etnia immaginaria” debuttò già nel lontano 1994 al Cassero. Una formazione allora, con tre musicisti maestri di strumenti della tradizione, si presenta quest’anno in quartetto. Sul palco Riccardo Tesi maestro indiscusso nel panorama internazionale dell’organetto diatonico. Con lui il grandissimo e sassofonista clarinettista Gianluigi Trovesi , una bandiera del jazz italiano a cui la rivista “Musica Jazz” ha assegnato, nel 2018 il “Top Jazz alla Carriera”. Completano la formazione Patrick Vaillant virtuoso del mandolino e Andrea Piccioni grande maestro dei tamburi a cornice. Mandolino, organetto diatonico e tamburello, tre strumenti della tradizione. In mano a tre autentici virtuosi dilatano a dismisura le loro capacità espressive si ritrovano con un vecchio compagno di scorribande musicali, il maestro Trovesi. I suoi clarinetti hanno già in passato dialogato con il mandolino di Vaillant e l’organetto di Tesi nell’album “Colline”, premio dell’Academie Charles Cros nel 1994, e con i tamburelli di Piccioni nel “Fizfus Ensemble”. Il quartetto ci condurrà in viaggio in una musica strumentale senza frontiere, innovativa e spregiudicata ma con radici ben salde.

Appuntamento al “Cassero” Teatro comunale di Castel S. Pietro alle 21,15.

 Cassero Jazz rientra nel Festival itinerante “Crossroads” ed è organizzato dal Combo Jazz Club di Imola, dalla UISP di Castel S. Pietro in collaborazione l’Assessorato alla Cultura del Comune di Castel S. Pietro, l’ARCI  e il Centro Giovanile Ca’ Vaina.

 Biglietti : intero € 15, ridotto/A € 13.

Apertura biglietteria Cassero dalle ore 20: tel. 338 2273423.

INFORMAZIONI

tel 051/940133 (UISP) – cell 335/6916225  uisp.cspt@tiscali.it,

http://www.crossroads-it.org http://www.combojazzclub.com http://www.erjn.it/casserojazz

http://facebook.com/combojazzclub

Prevendita on-line: www.diyticket.it, www.crossroads-it.org.

Direzione Artistica: COMBO JAZZ CLUB

 

(v.g.)