Castel San Pietro Terme (BO). Un’agricoltura che contribuisce alla salvaguardia dell’ambiente, del territorio e delle persone, in una parola: sostenibile. Un aggettivo che racchiude la sopravvivenza e il futuro del settore agricolo, al quale Cia – Agricoltori Italiani Imola dedica il convegno “La sostenibilità in agricoltura”, che si terrà il prossimo 4 aprile a Castel San Pietro Terme (sala Cassero Via Matteotti, 2), dalle 16.30 alle 20.00.

L’evento è una tappa del percorso iniziato lo scorso anno, con la presentazione del manifesto-programma “Agricoltura, territorio, benessere”, nel quale Cia Imola delineava il progetto di un’agricoltura come parte di un sistema che mette al centro ambiente e alimentazione sana e di qualità, come spiega Andrea Arcangeli, responsabile relazioni sindacali dell’associazione.

“In queste settimane abbiamo assistito a molti eventi che hanno posto al centro dell’opinione pubblica italiana e mondiale i temi dello sviluppo sostenibile. Sono gli obiettivi indicati nell’ Agenda Onu 2030 e riguardano, in particolare: cambiamenti climatici, fabbisogno d’acqua, alimentazione sana, lotta allo spreco e riduzione dei gas serra. Tutti temi importantissimi, alcuni drammatici, che influiscono direttamente sull’agricoltura, sulle nostre produzioni e il nostro lavoro. Per questo motivo abbiamo deciso di approfondirli con persone di altissimo profilo tecnico e scientifico e di elaborarli in maniera concreta per capire come possiamo declinare il tema della sostenibilità sul nostro territorio.”

Il convegno si aprirà con gli interventi degli ospiti e “padroni” di casa Giordano Zambrini, presidente Cia – Agricoltori Italiani Imola e Luana Tampieri, presidente regionale Donne in Campo e proseguirà con i saluti di Fausto Tinti, sindaco di Castel San Pietro Terme e vice sindaco Città Metropolitana. A seguire gli interventi tecnici e scientifici con: Giuseppe Cornacchia, dipartimento Sviluppo Agroalimentare e Territorio Cia Nazionale; Tiberio Rabboni, presidente GAL Appennino Bolognese; Antonio Venturi, presidente Ente Gestione per i parchi e biodiversità della Romagna e Andrea Segrè, presidente Fondazione Fico e Fondazione E. Mach San Michele all’Adige (Tn). Le conclusioni saranno affidate ad Andrea Arcangeli, responsabile relazioni sindacali Cia Imola.

L’evento ha il patrocinio del Comune di Castel San Pietro Terme e della Città Metropolitana di Bologna.

La partecipazione è libera e aperta a tutti, ma è gradita la conferma con una email a imola@cia.it o tramite sms al numero: 349.3150595