Castel San Pietro Terme (BO). Si chiama “L’ambasciatore delle foreste” (Arkadia editore) ed è un libro che racconta una storia incredibile, quella di George Perkins Marsh, primo ambasciatore degli Stati Uniti in Italia, considerato il padre dei grandi parchi statunitensi, singolare precursore dell’ecologia.

La sua storia narrata da Paolo Ciampi ci riporta ad un tempo lontano, ma che pagina dopo pagina sembra il tempo che stiamo vivendo ora, le vicende dell’ambasciatore si intrecciano con il sentire dell’autore. Il bisogno di un rapporto sincero e continuo con la natura che emerge dal libro, diventa il nostro.

L’appuntamento con la presentazione del libro è alla libreria Atlantide di Castel San Pietro Terme venerdì 12 aprile, ore 20.30, nell’ambito della rassegna “Gli appuntamenti di Atlantide”. Paolo Ciampi (autore, tra l’altro di “Un nome – Giuntina”, dedicato alla scienziata di origine ebraica Enrica Calabresi) dialogherà con il giornalista Valerio Zanotti.

“Poco importa che si tratti di catastrofi che riguardano tutti, ogni volta che sente parlare di ambiente l’autore comincia a sbadigliare, preso dalla noia. A molti succede così. Un giorno un collega gli regala un libro che parla di tale George Perkins Marsh, primo ambasciatore in Italia degli Stati Uniti, nominato da Abramo Lincoln. Fa le fotocopie, le mette via, solo dieci anni più tardi capisce di chi si tratta: è l’uomo che, nel secolo del progresso e dell’industria, prima ancora che esista la stessa parola ecologia, capisce cosa sta succedendo al mondo. Il primo che parla di cambiamenti climatici e di foreste da salvare. Ne nasce un viaggio dalle foreste del New England alle foreste del nostro Appennino, passando per i deserti dell’Africa. Ma soprattutto comincia un viaggio intorno a una persona dimenticata – pensare che dall’altro lato dell’Atlantico Marsh è considerato il padre di parchi come Yellowstone – che ci regala un nuovo sguardo sugli alberi, sulle montagne, sulla stessa nostra civiltà. Non c’è più noia, con questo personaggio stravagante, che frequenta a malincuore la corte dei Savoia, ma si appassiona alle saghe di Islanda e coltiva l’idea di portare i cammelli nelle praterie degli Stati Uniti. E chi è che parla, alla fine? L’autore o l’ambasciatore delle foreste?”

Paolo Ciampi, già ospitato in Atlantide lo scorso autunno all’interno del ciclo “La montagna: sguardi e vite di un luogo sospeso” è giornalista e scrittore fiorentino. Ha al suo attivo oltre venti libri con diversi riconoscimenti nazionali e adattamenti teatrali. Tra i suoi editori Vallecchi, Giuntina, Mursia, Clichy, Ediciclo. Nel 2017 ha vinto il premio Albatros – Città di Palestrina della giuria degli studenti e il premio per la divulgazione scientifica “Li omini boni desiderano sapere” assegnato dalla città di Leonardo da Vinci. Tra gli ultimi suoi libri Il sogno delle mappe (Ediciclo), Che ne sai della Polonia (Fusta) e Jack Kerouac. The man on the road (Clichy). È molto attivo nella promozione degli aspetti sociali della lettura e partecipa a numerose iniziative nelle scuole. Ha due blog, ilibrisonoviaggi.blogspot.it e passieparole.blog.

Valerio Zanotti, giornalista, è direttore de www.leggilanotizia.it

Per ulteriori informazioni contattare Libreria Atlantide al numero di telefono 051.6951180 o a mezzo email a info@atlantidelibri.it