Dozza (BO). Alla sua decina edizione, la “Stradozza delle SuperDonne” 2019, svoltasi il 10 marzo scorso, ha battuto ogni record di presenze e di raccolta fondi. Oltre 1300 le partecipanti a quello che è ormai diventato un appuntamento immancabile per moltissime signore di tutte le età del nostro territorio, favorito quest’anno anche dal meteo. Grazie all’offerta libera delle partecipanti, “Rina e le sue amiche”, gruppo organizzatore della manifestazione, hanno versato all’Ausl di Imola 5500 euro.

Una parte di questi fondi, insieme ai 3000 euro raccolti lo scorso anno alla nona Stradozza e alla Camminata sotto le stelle, permettono all’Azienda l’acquisto dello strumento professionale per la riabilitazione del pavimento pelvico del costo di circa 6mila euro, utilizzato presso gli ambulatori urologici per combattere il diffuso problema dell’incontinenza urinaria femminile. Raggiunto e superato l’obiettivo 2018/19, è in fase di definizione un nuovo obiettivo per il miglioramento delle attrezzature volte alla prevenzione e alla cura delle donne. “Siamo orgogliose come sempre di aver raggiunto questo importante obiettivo ed attendiamo di poter al più presto inaugurare il riabilitatore – spiegano Rina Sperindio e Nadia Nanni -. La decima Stradozza delle SuperDonne è stata magnifica, eravamo tantissime, ci siamo divertite, siamo state in compagnia, abbiamo fatto bene a noi stesse e alle donne in generale. Non ci fermiamo qui. Stiamo già pensando al prossimo obiettivo, per cui è già stato versato un bell’acconto con la camminata del 10 marzo e nel frattempo organizziamo la prossima Camminata sotto le Stelle di fine giugno!”

Il direttore generale Andrea Rossi e il direttore amministrativo Maria Teresa Donattini che hanno accolto Rina e Nadia per ringraziarle personalmente per le iniziative che con tenacia ed entusiasmo organizzano ogni anno, promuovendo un messaggio importante di salute fisica, che si realizza prima di tutto attraverso le camminate all’aperto; di salute psicologica, che passa dal divertirsi in compagnia e di impegno sociale.

“Oramai ci sentiamo noi stessi parte del gruppo – ha detto Andrea Rossi – sono tante le colleghe dell’Azienda Usl che partecipano alle camminate e io stesso vi presenzio sempre perché oltre alle importanti donazioni che sono state raccolte nel tempo (con questa Stradozza arriviamo a circa 27mila euro) non deve sfuggire il grande valore comunitario di queste iniziative. Un grazie sentito e di cuore a tutte le donne che hanno partecipato alla Stradozza 2019, alle organizzatrici e ai tanti che le coadiuvano, nonché al Comune di Dozza che ne è partner e la ospita sul suo splendido territorio”.