Il consigliere comunale di Patto per Imola Giuseppe Palazzolo

Imola. Il Decreto legge “Crescita”, del quale si è discusso molto in questi giorni a palazzo Chigi a Roma, prevede che Comuni, Province, Regioni e Città metropolitane abbiano 60 giorni di tempo per deliberare le regole per rottamare senza il pagamento delle sanzioni le ingiunzioni di pagamento notificate ai cittadini tra il 2000 e il 2017 dagli enti stessi o dagli agenti della riscossione.

Il consigliere comunale di Patto per Imola Giuseppe Palazzolo coglie l’occasione per chiedere “alla sindaca Manuela Sangiorgi, di agire in fretta e di aderire alla rottamazione. Attraverso la rottamazione, chi è in difficoltà economiche potrà risolvere le proprie pendenze e liberarsi di pesi finanziari gravosi e potrà recuperare la serenità smarrita causata dalle pendenze. Il Comune, invece, potrà incassare a date certe importanti somme di denaro che, altrimenti, nella maggior parte dei casi non potrebbe recuperare o, al più, potrebbe disporre solo dopo anni. Queste somme recuperate, aiuteranno a risolvere gli eventuali problemi di bilancio che potranno sorgere durante il 2019 o destinarle allo sviluppo e sostegno alle famiglie in difficoltà”.