L’ex assessore all’Autodromo Maurizio Lelli

Imola. Non c’è pace per la giunta del Comune di Imola che continua a perdere pezzi. Questa volta a “saltare” è l’assessore Maurizio Lelli. Non si tratta però di dimissioni, ma di revoca con effetto immediato da parte della sindaca Sangiorgi, “considerato che il rapporto di fiducia con l’assessore Lelli è venuto irrimediabilmente a mancare a seguito delle divergenze in merito agli obiettivi politico – programmatici da realizzare nell’ambito del programma di mandato del sindaco, nonché sul raggiungimento di obiettivi specifici relativi alla gestione delle deleghe assegnate all’assessore e, più in generale, sul metodo di conduzione dell’attività amministrativa”.

Lelli aveva le deleghe a Politiche sportive, Strutture sportive, Autodromo e Grandi eventi, Turismo, Viabilità, Protezione civile, Parco Acque Minerali che ora, fino alla nomina di un nuovo assessore, faranno capo alla sindaca, che si ritrova ora a gestire una marea di deleghe piuttosto pesanti, visto che in capo a lei vi è anche la Cultura. La revoca è stata disposta con atto del sindaco n. 28 del 24 aprile scorso, e notificata al diretto interessato venerdì 26 aprile, nel primissimo pomeriggio, mentre sarà comunicata al Consiglio comunale nella sua prossima seduta, in programma martedì 30 aprile.

Una scelta, forse non tanto improvvisa, ma di una durezza senza precedenti. Certamente hanno pesato le divergenze in merito alla gestione della vicenda autodromo. Anche se non è certo imputabile a Lelli una modifica di posizione, visto che ha continuato a mantenere in Giunta le posizioni espresse dal M5s in campagna elettorale, quanto piuttosto la giravolta della sindaca in merito al rapporto con Formula Imola e ai giorni di deroga sul rumore.

Difficile ora capire se la scelta della Sangiorgi sia condivisa dagli altri assessori e da tutto il Movimento 5 stelle. Di certo il rischio di una crisi istituzionale nel governo della città è sempre più vicina.

(v.z.)