Riceviamo e pubblichiamo un appello, da sottoscrivere, inviato dall’Anpi di Imola ai candidati sindaco e consigliere comunale dei comuni del territorio imolese in vista delle prossime elezioni amministrative.

Cara Candidata, caro Candidato,
in un momento storico dove si stanno perdendo il senso della solidarietà, dell’uguaglianza e della dignità umana e del bene comune, e il dibattito politico alimenta giorno dopo giorno la contrapposizione e lo scontro tra le fasce più vulnerabili del paese senza alcun elemento di confronto costruttivo, vogliamo sottolineare l’importanza della scelta delle amministrazioni che si assumono la responsabilità di ristabilire quei principi costituzionali sempre più estranei alla pratica quotidiana.

Il perseguimento, con rinnovata determinazione, dei valori fondamentali di libertà, di pace, di uguaglianza, di giustizia sociale e di solidarietà sanciti dalla nostra Costituzione rappresenta la via migliore per contrastare paure e chiusure di cui si nutrono i preoccupanti rigurgiti neofascisti e razzisti. Risulta dunque doveroso dare forza e sostanza all’impegno per una Italia più forte, più giusta, più coesa e per una Europa nuova e dei popoli.

Il primo invito dell’Anpi, rivolto ai cittadini dei Comuni che affronteranno prossimamente le elezioni amministrative ed europee, il 26 di maggio, è quello di andare a votare esercitando un diritto/dovere costituzionale attribuito a tutta la popolazione conquistato pienamente per la prima volta, in particolare per le donne, 74 anni fa con l’avvento della Repubblica in seguito alla Liberazione del paese dall’oppressione nazifascista.

In secondo luogo, per tutte le ragioni sopra evidenziate, alle amministrazioni che rappresentano le figure istituzionali più importanti perché le più prossime al cittadino, ai suoi bisogni e ai problemi della comunità, chiediamo un impegno sui seguenti punti:

1) la coerenza programmatica nell’attuazione dei valori e dei contenuti della Costituzione, con particolare riferimento all’accrescimento della coesione della nostra comunità, concorrendo alla rimozione delle cause che impediscono il pieno dispiegarsi della democrazia;

2) il coinvolgimento delle associazioni e delle realtà democratiche e antifasciste presenti nel territorio nella organizzazione e nella valorizzazione delle feste civili attraverso l’istituzione di comitati delle celebrazioni o figure affini, al fine di migliorare la consapevolezza e la divulgazione del senso delle medesime; si ricorda al proposito che nel 2020 ricorre il 75° anniversario della Liberazione;

3) a promuovere, come utile strumento di conoscenza e comprensione dei fenomeni sociali e politici, percorsi ed iniziative di approfondimento sui temi della Costituzione, dell’educazione civica e dell’educazione alla cittadinanza rivolti all’intera cittadinanza e ad ogni fascia d’età;

4) essere vigili e attivi nell’azione amministrativa contro ogni forma di violenza e di intolleranza rifiutando qualsiasi tipo di discriminazione, sia essa basata su etnia, identità di genere, lingua, religione, opinioni politiche, orientamento sessuale, condizioni personali e sociali;

5) ad attivare pratiche contro i rigurgiti fascisti e nazisti, in particolare attuando modifiche dei regolamenti comunali, volte ad impedire la promozione e la propaganda fascista, nonché promuovendo comportamenti coordinati fra le amministrazioni comunali per una migliore attuazione delle leggi Scelba e Mancino e della XII disposizione transitoria e finale della Costituzione;

6) l’attuazione e implementazione degli strumenti giuridici messi a disposizione dal legislatore per contrastare la corruzione e le infiltrazioni della criminalità organizzata nella vita e nella gestione economica degli appalti, che possono esporre i cittadini e la comunità a rischi che non possono essere tollerati;

7) a resistere alle forme di gestione del fenomeno migratorio contrarie ai principi costituzionali di solidarietà, di uguaglianza e della dignità umana, e ai diritti derivanti dagli ordinamenti europeo e internazionale, promuovendo la costruzione, l’implementazione ed il sostegno di un sistema virtuoso di reti di solidarietà tra cittadini, associazioni e amministrazioni che arginino le tensioni tra fasce sociali, e che garantiscano l’attuazione di soluzioni di accoglienza e solidarietà coerenti con i principi più alti che danno fondamento all’essere cittadini di questo paese.

Cara Candidata, caro Candidato,
l’Anpi, erede dell’immenso e glorioso patrimonio costituito da i sogni, i pensieri, le speranze, i progetti dei combattenti per la libertà, esiste ed esisterà per promuovere e difendere la democrazia, per praticare l’antifascismo, per ottenere libertà, eguaglianza e dignità nel nome della fratellanza, della solidarietà e della pace.

Per questo ti chiediamo di sottoscrivere questo appello impegno e l’ Anpi inviterà le elettrici e gli elettori a votare e a votare per le candidate e i candidati antifascisti che, tramite la sottoscrizione di questo appello-impegno, saranno difensori e animatori dei diritti umani, civili, politici, sociali.