Imola. Era salito sul treno senza biglietto nel lungo week-end del 25 aprile e quando il controllore è arrivato da lui, ha rifiutato di dare le sue generalità ed è diventato aggressivo. Intanto, la locomotiva si era fermata alla stazione di Imola e il capotreno ha chiesto aiuto al commissariato di polizia.

Subito sono intervenuti gli agenti, ma pure con loro l’uomo, un 31enne di origine nigeriana, non si è affatto calmato sferrando pugni e calci. La polizia è riuscita comunque a far uscire l’uomo dal treno e a portarlo in commissariato dove si è scoperto che aveva un ordine di custodia cautelare emesso dalla Procura della Repubblica di Roma. Infine, il 31enne è stato arrestato per interruzione di pubblico servizio (ha causato ritardo al treno), resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto di indicare la propria identità e condotto al carcere della “Dozza” a Bologna.

Sempre durante lo stesso week-end mentre scendeva da un autobus, un giovane si è accorto che un altro più o meno della stessa età gli aveva rubato un pacchetto di sigarette. Il derubato ha rincorso un imolese di 26 anni fino al parcheggio del Centro commerciale Intermedio dove lo ha raggiunto e lo ha bloccato, ma il 26enne ha risposto con pugni e calci. La polizia, avvertita da un passante, è intervenuta e ha arrestato il 26enne per rapina impropria e lesioni.