Imola. “Unstolen” è il tema della mostra nata dalla collaborazione tra la galleria “Tales of art” e i Musei civici di Imola e che vedrà esposizioni nei due luoghi d’arte. La collaborazione nasce dalla volontà comune di diffondere i linguaggi dell’arte contemporanea e la conoscenza di giovani artisti e di creare punti di contatto tra l’arte antica e le ricerche più attuali.

Curata da Sasha Bogojev, l’esposizione è una panoramica sulla produzione del giovane artista spagnolo Cabanding, basata sull’idea di “liberare” opere d’arte classiche di maestri dell’arte da musei e collezioni istituzionali per avvicinarle in modo più diretto al grande pubblico.

L’artista malaghense ha iniziato riproducendo sui muri di palazzi e luoghi remoti o abbandonati opere presenti al museo della sua città. Dipingendo una copia accurata del dipinto museale, compresa la cornice originale con gli effetti di luce e ombre, Cabanding gioca sul contrasto tra i suoi trompe-l’œil e gli ambienti nei quali vengono dipinti, creando un cortocircuito tra la perfezione delle riproduzioni e l’ambiente circostante e stimolando una visione dell’opera classica nuova ed allargata ad un pubblico più vasto.

Questo processo artistico originale ha permesso all’artista di suscitare un importante interesse a livello internazionale e ad esporre i suoi lavori in gallerie in Spagna e Canada, oltre a realizzare recentemente un intervento artistico in luogo pubblico in Scozia.

Presso la galleria Tales Of Art saranno esposte fotografie degli interventi in luoghi pubblici di Cabanding, affiancate da un intervento pittorico dell’artista su un muro interno della galleria e da una serie di opere create esclusivamente per questa mostra: riproduzioni di lavori iconici dei maestri della pittura, come Van Gogh, Monet, Friedrich ed altri, dipinti su vecchie scatole di cartone che diventano il supporto non-tradizionale prediletto dall’artista. Inoltre, in relazione al patrimonio artistico della città, l’artista ha realizzato le riproduzioni di due quadri presenti al Museo di San Domenico: una natura morta seicentesca di Francesco Codino e il Ritratto di donna, piccolo e grazioso dipinto settecentesco che l’anno scorso venne rubato dai Musei, ma grazie all’Arma dei Carabinieri fortunatamente ritrovato e restituito al Museo.

La collaborazione tra la galleria e i Musei Civici di Imola è infine rafforzata dalla esposizione al Museo di San Domenico, nello spazio prezioso del Gabinetto dei disegni – che ospita i fogli di antichi maestri come Carracci, Guercino e Guido Reni – di un’opera di Cabanding che riproduce, sempre su cartone da imballaggio, il disegno di Leonardo da Vinci Studio per la testa di Leda. Un ulteriore omaggio alla città che ospitò il grande artista di cui ricorrono i cinquecento anni dalla morte.

UNSTOLEN: mostra curata da Sasha Bogojev – (27 aprile – 9 giugno 2019)
Sedi di mostra: Museo di San Domenico (Imola, via Sacchi 4) e galleria d’arte “Tales of Art” (Imola, via Emilia 221)
Orari: Museo di San Domenico, dal martedì al venerdì 9 – 13; sabato 15 – 19; domenica e 1 maggio 10 – 13 e 15 -19.
Galleria Tales of Art: dal martedì al sabato 10 – 13 e 15 – 18; domenica 10 – 13; fuori orario su appuntamento

Informazioni: Musei civici, 0542 602609, musei@comune.imola.bo.it, www.museiciviciimola.it; Tales of Art, 329 9520887, info@talesofart.it, www.talesofart.it