Faenza. Partirà sabato 4 maggio la serie di appuntamenti del Maggio faentino; ad inaugurare uno dei mesi più ricchi di eventi della zona del faentino sarà BorgoIndie, festival dedicato alla creatività e allo sviluppo della produzione agricola indipendente giunto alla sua sesta edizione, che trova spazio nel chiostro del Borgo Durbecco a Faenza per poi proseguire il 5 maggio al chiostro dell’Osservanza a Brisighella.

Anche quest’anno la manifestazione ripercorre lo stesso filo multiplo narrato sin dalla prima edizione del 2014, che dal mercato dei vignaioli passa attraverso le conferenze/dialogo, ospitando food experience e cene gourmet con protagonisti provenienti da dentro e fuori regione. Confermato anche in questa edizione lo spazio dedicato alle degustazioni che sarà dedicato ai vini georgiani in anfora e ivini del territorio di Brisighella.

Ideata da Marco Ghezzi, in collaborazione con Cinemadivino, l’edizione 2019 è organizzata con Raw Magna – Postrivoro, Quinto Quarto Edizioni e Tempi di Recupero. Assieme al consueto mercato dei vignaioli di sabato 4 maggio, BorgoIndie allestirà anche un’area dedicata ai vini in garage con la presenza di alcuni prodotti Dop, Igp dell’Emilia-Romagna. Domenica 4 maggio, Dopo i dialoghi delle 18.30 dedicati alle riviste indipendenti, sarà la food experience di Postrivoro ad accogliere il pubblico nel chiostro della Commenda per una cena su due turni dove si incontrano materie prime del territorio e che arrivano da lontano.

Il pomeriggio di domenica 5 maggio ci si sposta a Brisighella per una conferenza sul tema “Esotico italiano: contaminazioni e integrazioni nelle migrazioni dei popoli” e degustazioni di vini del territorio di Brisighella. La serata si concluderà nella sala affrescata del refettorio con una cena elaborata dal Retrobottega – Roma con lo chef Alessandrfo Miocchi.

(Annalaura Matatia)