Il sindaco di Castel San Pietro Fausto Tinti

Castel San Pietro (Bo). Sono disponibili e saranno subito impiegati per lavori urgenti di sistemazione delle scuole e per la sicurezza stradale 200mila euro derivanti dall’avanzo di bilancio 2018. La notizia è arrivata in seguito all’approvazione del rendiconto 2018 nell’ultima seduta del consiglio comunale lo scorso lunedì 29 aprile prima delle elezioni amministrative del 26 maggio.

Il risultato di amministrazione al 31 dicembre 2018 è complessivamente di 11.510.593,20 euro che, al netto degli accantonamenti per 7.200.892,43 euro, evidenzia un risultato di complessivi 4.309.700,77 tra fondi vincolati, destinati a investimenti e liberi. Pur avendo mantenute invariate tasse e imposte e aver in parte ridotto il prelievo Tari, nel 2018 si è quindi generato un importante avanzo che, al netto di accantonamenti e quote vincolate, è pari a 1 milione e 300mila euro. Un risultato ottenuto anche grazie al recupero dell’evasione che ha toccato quota un milione e 400mila euro (700mila euro in più rispetto all’anno precedente), oltre all’accresciuta capacità di attrarre risorse sul territorio e al controllo della spesa corrente. L’avanzo può dunque essere destinato a nuove opere, a incarichi di progettazione e alla manutenzione del patrimonio, che vanno a incrementare gli interventi già previsti nel programma degli investimenti.

“Abbiamo deciso di impiegare la parte dell’avanzo subito disponibile per gli investimenti, pari a 200mila euro, per effettuare lavori urgenti per le scuole e per la sicurezza stradale, poiché con il cambio di Amministrazione il rischio era di arrivare a ottobre, ad anno scolastico già iniziato – sottolinea il sindaco Fausto Tinti -. La somma rimanente di 1 milione e 100mila euro libera da vincoli sarà a disposizione della nuova Amministrazione a partire dal mese di luglio”.

In particolare sarà effettuata una verifica sismica e strutturale delle scuole medie Pizzigotti e un intervento specifico nel solaio, saranno messi in sicurezza i due attraversamenti sulla via Emilia – quello che porta alla lottizzazione del Borghetto e quello in corrispondenza della fermata dell’autobus a Gallo Bolognese – con una specifica illuminazione e luci lampeggianti all’attraversamento dei pedoni (come davanti all’ospedale), sarà installato un sistema antiallagamenti nei due sottopassi di via San Biagio/Madonnina e via Ercolana, con attivazione automatica di pompe idrauliche, sensori ottici e semafori di sicurezza, e inoltre sarà implementato il programma dei lavori in corso sulle strade comunali aggiungendo l’asfaltatura di marciapiedi e di ulteriori strade rispetto a quelle già previste.