Il candidato sindaco della Sinistra unita imolese alle elezioni del 2018 Filippo Samachini

Imola. La Sinistra unita imolese (Possibile, Rc e Pci) va all’attacco della giunta pentastellata.

“La defenestrazione dell’assessore Maurizio Lelli, a freddo e senza una chiara motivazione politica, è l’ennesimo sintomo dell’incapacità della giunta a 5 stelle di governare Imola – sentenzia un comunicato della Sinistra unita -. Incapacità che si è potuta osservare durante l’ultimo consiglio comunale in cui la sindaca Manuela Sangiorgi, sull’orlo di una crisi di nervi, si è mostrata ancora una volta impreparata a formulare soluzioni per la città ed è ancora ferma allo slogan della campagna elettorale per cui tutti i problemi derivano dall’amministrazione precedente. La Città è così impantanata senza più la speranza di cambiamento che la giunta 5 stelle voleva rappresentare”.

“Martedì scorso è stato anche approvato in consiglio comunale il conto consuntivo 2018 – conclude la coalizione di sinistra – e abbiamo appreso che il “buco” di bilancio tanto sbandierato non esisteva, anzi il Comune presenta un avanzo pari a ben 21 milioni di euro di cui 6 non vincolati ed utilizzabili da luglio prossimo; ma la Sindaca nel frattempo ha aumentato l’Irpef e quindi tutta la cittadinanza dovrà pagare di tasca propria la totale impreparazione dell’amministrazione 5 stelle. La nostra Città merita di meglio”.