Gli alunni della terza C delle scuole Rubri mentre alzano la coppa

Imola. Il Rally matematico transalpino (Armt), nato in Francia, è un confronto fra classi, dalla terza primaria al secondo anno di scuola secondaria di secondo grado, nell’ambito della risoluzione di problemi di matematica, e si svolge in Algeria, Argentina, Belgio, Francia, Italia, Lussemburgo e Svizzera.

Per comprenderne lo spirito “l’Armt è un’associazione culturale il cui obiettivo è promuovere la risoluzione di problemi per migliorare l’apprendimento e l’insegnamento della matematica tramite un confronto fra classi. L’associazione non persegue obiettivi lucrativi. Le attività dell’associazione possono svolgersi ovunque nel mondo”.

La 3° C della scuola primaria Rubri con 22 alunni, istituti comprensivi 6, ha partecipato e vinto la finale della Romagna. Ma come si articola tale speciale rally? Lo spiega l’insegnante di matematica (e non solo) Emanuela Bianchi: “Bisogna superare due prove prima di arrivare alla finale. In ogni prova, agli alunni vengono dati 5 problemi diversi che cercano di risolvere, il tempo massimo è 50 minuti, divisi in cinque gruppi. Chi finisce prima, va ad aiutare i propri compagni di classe. E’ molto importante che i problemi debbano essere risolti argomentando tutti i passaggi e le strategie seguite e i ragazzi non possano chiedere alcun aiuto ai loro insegnanti. In finale, la 3° C ‘Rubri’ ha battuto una terza primaria di Ravenna”.

“La cosa fondamentale – conclude la Bianchi – è che i ragazzi imparino il gioco di squadra. E anche noi insegnanti siamo una squadra. Infatti, nella 3° C con me ci sono le docenti Paola Gambetti di italiano e Graziella Rapisarda di sostegno”.

Che dire, ragazzi, continuate così negli studi e nella vita, il gioco di squadra è assai importante e aiuta a crescere meglio.

(Massimo Mongardi)