Faenza. E’ stato ufficialmente presentato l’accordo “La Bcc-Campa”, frutto della convenzione attivata da Bcc assieme alla società Campa, che si occupa di mutuo soccorso, finalizzato a proporre ai soci della banca una copertura sanitaria integrativa, denominata SaluteSerena.

Tale iniziativa nasce dall’esigenza avvertita dalla Bcc di garantire elevati livelli di mutualità ai soci e di prevedere per loro delle agevolazioni sia di carattere commerciale che di tipo extrabancario; inoltre, è importante sottolineare che l’accordo tra Bcc e Campa risulta essere il secondo progetto in tema salute promosso dalla banca negli ultimi anni dopo Progetto Salute, che ha come scopo primo quello di contribuire alle spese sostenute da soci nell’ambito salute.

Lo strumento utilizzato per favorire la piena realizzazione del progetto è la mutualità sanitaria integrativa, assieme alla già sopracitata copertura sanitaria SaluteSerena: un piano sanitario, quest’ultimo, che permette di usufruire di una serie di prestazioni garantite, tra cui Tac e risonanza magnetica presso le strutture convenzionate dalla rete Campa oppure in forma indiretta con accesso al Servizio sanitario nazionale o strutture sanitarie non convenzionate. Per gli accertamenti diagnostici e di pronto soccorso è previsto il rimborso del ticket assieme alla copertura per visite mediche specialistiche sia privatamente che con accesso al Servizio sanitario nazionale. A queste prestazioni se ne aggiungono altre relative ad esempio all’assistenza odontoiatrica, alle terapie di riabilitazione o all’erogazione di sussidi.

Infine, per quanto riguarda i contributi associativi la Banca partecipa al costo di copertura annuo erogando 75 euro annui per ciascun socio (per tre anni solari dopo l’anno di iscrizione), riducendolo del 50% a partire dal quarto anno fino all’ottavo, anno di cessazione della convenzione.

(Annalaura Matatia)