Imola. Si è svolta il 9 maggio la presentazione dei lavori di ristrutturazione del padiglione 6 dell’ Ospedale Vecchio, sede dell’ Avis comunale.

I lavori, che sono stati dedicati alla realizzazione della nuova area ristoro del Crs e della sala riunioni dell’Avis comunale, si sono resi necessari in seguito alla modifica della legge nazionale relativa alle attività trasfusionali. Tale modifica prevede che il donatore abbia diritto ad un ristoro post donazione da consumare necessariamente negli spazi adiacenti al Centro raccolta sangue.

Fino ad ora tale ristoro (composto da caffè, thè, cappuccino a scelta e una pasta dolce e salata) poteva essere consumato presso un bar convenzionato nei pressi dell’ospedale Vecchio, ma visto il naturale indebolimento fisico dovuto al gesto della donazione di sangue e volendo evitare possibili incidenti , si sono rese necessarie determinate modifiche strutturali alla sede.

Il costo totale degli interventi è stato di 108mila euro divisi tra Avis e Ausl e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio e della Sacmi.

Questi adattamenti rappresentano un salto di qualità notevole per i 6376 soci donatori della nostra sezione, donatori a cui adesso viene garantito il massimo confort e la massima sicurezza nella post-donazione. Inoltre, grazie all’installazione di un ascensore che collega il piano terra con il primo piano, la struttura è stata liberata da qualsiasi barriera architettonica.