Lugo (Ra). È stato presentato il programma della sesta edizione di “ScrittuRa festival”, la rassegna che porta i grandi nomi della letteratura in Romagna dal 13 al 26 maggio, diventato un appuntamento fisso della primavera. Nel corso della conferenza stampa Matteo Cavezzali, direttore artistico del festival e i rappresentanti delle amministrazioni dei Comuni coinvolti, Fusignano, Bagnacavallo e Lugo, hanno illustrato il ricco cartellone di iniziative e presentato le location d’eccezione che ospiteranno le serate.

Dopo l’avvio ravennate, lunedì 20 maggio il Festival si sposta a Fusignano. Paolo Repetti parla di “Esercizi di sepoltura di una madre” (Mondadori) @ Giardini del San Rocco (in caso di maltempo all’ex granaio): L’incontro e lo scontro tra le generazioni, l’assenza e l’ignavia dei padri, l’intelligenza dei figli raccontati con ironia da uno degli inventori di Einaudi Stile Libero.

Martedì è la giornata di Bagnacavallo alle 18.30 con Michela Marzano al Chiostro delle Cappuccine della biblioteca Taroni. L’identità, la memoria, la potenza carsica delle relazioni raccontate da Michela Marzano, docente di filosofia all’Università di Parigi V: René Descartes. Il suo ultimo romanzo è “Idda” (Einaudi).

Da mercoledì 22 a domenica 26 ScrittuRa approda a Lugo.

Mercoledì 22 alle 20 Matteo Nucci parla de “L’abisso di Eros” (Ponte alle Grazie) al Parco geologico di San Potito: tutti i grandi amanti dell’antichità seppero conquistarsi amori eterni. Quale fu il loro segreto? Viaggio nell’antica Grecia e nella loro idea di amore, con un intellettuale raffinato e divertente.

Giovedì 23 alle 18 Giacomo Papi presenta “Il censimento dei radical chic” (Feltrinelli) al Chiostro del Carmine. In un’Italia ribaltata il popolo si dà a scoppi di rabbia, insulti via web e bastonate, in un’ininterrotta caccia alle streghe: prima i clandestini, poi i rom e gli omosessuali… Adesso tocca agli intellettuali.

Alle 21 Il ritorno di Elio dopo le Storie Tese con “Uaired” (La Nave di Teseo) al Pavaglione. Una commedia ironica e geniale sull’era digitale, sulla ricerca della felicità e sulle sue imprevedibili conseguenze. Elio e Franco Losi dialogano con Matteo Cavezzali. In caso di maltempo la serata si terrà nell’aula magna del Liceo Scientifico Ricci Curbastro.

Venerdì 24 alle 17 Agnese Baruzzi farà “Trasformanimali” al Chiostro del Carmine: lettura e laboratorio di trasformazioni che trae spunto dai libri dell’autrice, nel corso del quale buffi animali spunteranno fuori dagli oggetti di ogni giorno. Rivolto a bambini da 5 anni con le loro famiglie. (In caso di maltempo l’iniziativa si svolgerà presso la Sezione Ragazzi della Biblioteca Trisi).

Alle 18 Vanni Santoni con “I fratelli Michelangelo” (Mondadori) al Chiostro del Carmine: una galleria di personaggi memorabili, ognuno geniale e fragile a modo suo; un intreccio tanto solido quanto imprevedibile; una penna che spazia con maestria tra i registri letterari.

Sabato 25 maggio alle 18 Loredana Lipperini parlerà di “Magia Nera” (Bompiani) al Chiostro del Carmine: un viaggio nella scrittura del “fantastico” con la scrittrice e voce di Fahrenheit di Rai Radio3. In caso di maltempo la serata si terrà nella sala conferenze del Complesso del Carmine.

Alle 21 Stefano Benni porta in scena il reading “Dancing Paradiso” (Feltrinelli) al Pavaglione. Dancing Paradiso è un locale notturno di una crudele metropoli, dove “non bisogna essere buoni per entrare / prendono anche le carogne / e qualche volta le fanno cambiare”. In caso di maltempo la serata si terrà nell’aula magna del Liceo Scientifico Ricci Curbastro.

Domenica 26 alle 18 Simona Sparaco, vincitrice del prestigioso Premio DEA Planeta, indetto per la prima volta in Italia dall’editore spagnolo, parla di “Nel silenzio delle nostre parole”(Dea Planeta) al Chiostro del Carmine.

Alle 21 Massimo Coppola porta “Un piccolo buio” (Bompiani) al Pavaglione. Autore e conduttore di trasmissioni tv cult come Brand:New su MTV e Rai3, regista cinematografico, racconta la paura di vivere che attraversa il nostro tempo.

In caso di maltempo gli incontri a Lugo previsti all’esterno saranno al Salone Estense della Rocca.

Per il gran finale il festival torna a Ravenna. Il cantautore e scrittore Vinicio Capossela dialoga con Alberto Rollo in “Le parole dell’ombra” partendo da La ballata del carcere di Reading scritto da Oscar Wilde nel 1898. Un dialogo sul rapporto tra letteratura e musica che si terrà in una data a sorpresa.

Il 3 giugno alle 18 Jonathan Coe presenta “Middle England” (Feltrinelli) al Palazzo dei Congressi: Un viaggio astuto, illuminato e illuminante nel cuore della nostra crisi inglese al tempo della Brexit dialogando con Matteo Cavezzali.

Mostre
La mostra con le opere del fumettista e illustratore Davide Reviati saranno esposte alla Manica Lunga della Classense dal 4 maggio al 16 giugno, mentre Alessia Agnoletti di Crac Arte curerà le istallazioni sui palchi di Ravenna e Lugo.

Appuntamenti per bambine, bambini e famiglie
Tra gli eventi in programma dedicati ai più piccoli Sabato 25 maggio ore 10.30 “Melo pero dimmi di quando non c’ero” al parco Gea Giovecca.

Letture per bambini da 3 anni con le loro famiglie. A cura dei Narratori della Biblioteca viaggiante Nati per Leggere di Lugo.

Il programma completo è visibile su www.scritturafestival.com e sulla pagina facebook ScrittuRa festival.