Da sinistra Ezio Pirazzini con il campionissimo Ayrton Senna

Imola. Si svolgerà mercoledì 22 maggio, a partire dalla 10,30 nella sala stampa dell’autodromo “Enzo e Dino Ferrari” la cerimonia di premiazione della settima edizione del concorso “Ezio Pirazzini, protagonista di una passione”, aperto a tutti gli studenti delle scuole superiori del Circondario Imolese.

Dedicato alla memoria del giornalista sportivo imolese Ezio Pirazzini, il concorso è organizzato dall’Associazione Nazionale Atleti Olimpici e Azzurri d’Italia – con in testa il presidente regionale Gianfranco Bernardi ed il presidente della sezione di Imola, Moreno Grandi -, insieme alla figlia Gabriella Pirazzini, a Marco Isola e Vinicio Dall’Ara, e ad altri amici e colleghi del giornalista. L’obiettivo del concorso è quello di mettere in evidenza la passione legata allo sport, l’importanza delle discipline sportive e i principi che le ispirano, le strutture locali e l’offerta esistente, insieme alla capacità degli studenti di formulare tali concetti attraverso articoli, piccoli saggi o filmati. Questa settima edizione ha come sottotitolo “Gioventù e Felicità: quanto conta lo sport?”

“La passione è una, ma il titolo si rinnova – spiega Gabriella Pirazzini -.  Il premio “Ezio Pirazzini protagonista di una passione” declina infatti di stagione in stagione una traccia,  che pur riferendosi strettamente al tema sportivo, vuole dialogare con l’attualità, il sentire comune, i dubbi e le riflessioni del quotidiano”.

Due le sezioni del concorso – Il concorso,  diviso nelle due sezioni “articolo” e “prodotto multimediale”, prevede premi in denaro per gli studenti vincitori: al primo classificato andranno 300 euro; 200 euro al secondo e 100 euro al terzo; inoltre, sono previsti premi speciali per i lavori menzionati mentre a tutte le scuole degli studenti partecipanti andrà un contributo di 200 euro. A giudicare i lavori pervenuti è stata una commissione composta oltre che dagli organizzatori del concorso, anche da alcuni giornalisti che sono stati i colleghi più cari ad Ezio Pirazzini, quali Pino Allievi, Raffaele Dalla Vite, Renato D’Ulisse, Beppe Tassi, e che saranno presenti per premiare i vincitori. Fra le novità di questa settima edizione, Gabriella Pirazzini ha annunciato “quest’anno, per la prima volta, il premio del Gilet in ceramica, realizzato dall’artista Ermes Ricci verrà assegnato a personaggi che si sono contraddistinti nello sport e che testimoniano il senso e la volontà della rinascita e della passione in quello che fanno. Per questo il premio verrà consegnato, nel corso della cerimonia di premiazione, al dott. Claudio Costa”.

Alla cerimonia di premiazione, inoltre, è prevista la partecipazione, fra gli altri, di Roberto Vanoli, vice presidente vicario dell’Associazione Nazionale Atleti Olimpici e Azzurri d’Italia e dei rappresentanti di tutti gli sponsor ed enti patrocinatori.