Fontanelice

Domenica 26 maggio i cittadini di Castel San Pietro Terme, Medicina, Casalfiumanese, Borgo Tossignano, Fontanelice, Mordano, Castel Guelfo e Dozza saranno chiamati alle urne sia per il voto europeo, sia per l’elezione del sindaco. Il nostro viaggio alla scoperta dei candidati sindaci continua con Fontanelice.

GLI INTERVISTATI (in ordine alfabetico)

Gabriele Meluzzi

Gabriele Meluzzi: “Ho 32 anni, sono architetto. Dopo il diploma (anno 2005) all’Istituto tecnico per Geometri L. Paolini nel 2011 ho conseguito la laurea alla facoltà di Architettura di Ferrara. In seguito, ho avuto la fortuna di intraprendere esperienze formative e di lavoro in Giappone e negli Stati Uniti. Nel 2018 ho ampliato la mia formazione con un master in Architettura del paesaggio e del giardino all’università Iuav di Venezia. Per cultura e formazione, pur non avendo mai partecipato con un contributo attivo, ho sempre avuto passione per la politica e per le vicende, generali e particolari, relative alla vita di comunità. Ho scelto di candidarmi per mettere al servizio di Fontanelice le competenze acquisite negli anni di studio e lavoro, nella speranza di poter contribuire, assieme al gruppo di persone candidate con me, allo sviluppo delle potenzialità che il nostro paese possiede”.

Fabio Morotti

Fabio Morotti: “Sono nato a Castel del Rio nel 963, coniugato, autoferrotramviere. Consigliere comunale 1999-2004 a Castel del Rio e dal 2011-2014 a Borgo Tossignano. Attualmente sono segretario della Vallata del Santerno della Lega”.

 

 

 

Vito Vecchio

Vito Vecchio: “Ho 41 anni, sono laureato, e sposato con Aurora e abbiamo due figli (Tommaso e Lorenzo). Ho effettuato il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri e lavorato come tecnico elettrico, elettronico e informatico fino al 2014. Oggi sono un piccolo imprenditore agricolo con l’azienda a Fontanelice”.

 

 

 

LE DOMANDE
Liste che la sostengono
MELUZZI
: “Insieme per Fontanelice è una lista civica di centrosinistra”.
MOROTTI: “La Lista Civica, ‘patto civico – voltiamo pagina’, rappresenta il centrodestra unito (Forza Italia, Lega e F.lli d’Italia) nel Comune di Fontanelice”.
VECCHIO: “Sono Consigliere comunale da 10 anni, prima con ‘Vallata Libera’, poi con l’attuale ‘Lista per Fontanelice’, in questi anni ho maturato l’esperienza politica per governare e ho accettato ben volentieri la proposta unanime di essere candidato a sindaco dalla nuova squadra che si è creata nell’ultimo anno. 5 anni fa abbiamo cominciato un percorso nuovo, senza il sostegno di nessun colore alla nostra lista civica, come consiglieri sul territorio, ogni giorno, abbiamo inteso l’enorme disaffezione dei cittadini verso i partiti nazionali e ci ha indicato una direzione diversa da quella solita (centrosinistra / centrodestra), quindi l’unico partito per noi si chiama Fontanelice. Viviamo in una piccola realtà e per noi conta più ascoltare i cittadini che prendere ordini da partiti politici che non conosco il più delle volte neppure il territorio comunale”.

Tre priorità per il suo paese
MELUZZI
: I”l nostro programma disegna una visione generale per Fontanelice individuando tre macro-aree: Insieme per il Paese, dunque cura per edifici e spazi pubblici. Insieme per la Comunità, quindi mantenimento e miglioramento dei servizi, attenzione a scuola, sport e cultura in quanto ambiti chiave per lo sviluppo sociale ed economico. Insieme per il Territorio, ovvero beni paesaggistici come patrimonio da tutelare e promuovere in termini turistici ed agricoltura come settore chiave da sostenere”.
MOROTTI: “Ascolto ed interazione coi cittadini. Modifica funzioni Circondario; più servizi in loco e maggiore autonomia. Sostegno economico alle attività ed alle famiglie e rilancio della Conca Verde (piscina e ristorante ed annessa area verde)”.
VECCHIO: “A Fontanelice abbiamo sottoscritto un programma elettorale semplice e fattibile, non abbiamo la presunzione di avere la bacchetta magica, ma attraverso miglioramenti e alcuni servizi a costo 0, siamo certi di riportare il paese al centro della Vallata. Le priorità per cui lavoreremo fin dal primo giorno di insediamento, sono di riportare una filiale bancaria e/o uno sportello bancomat, riportare il decoro urbano come miglior biglietto da visita per chi ci abita e per chi viene a visitarci, e lavorare assiduamente per far ripartire l’intero plesso della Conca Verde come attrazione turistica per tutto l’anno e non solo l’estate”.

Principali differenze con gli altri candidati
MELUZZI
: “Non mi occupo degli altri candidati. Penso di essere una persona valida, ma, oltre al fatto che non spetta a me dare giudizi di merito sulle mie qualità, trovo comunque riduttivo concentrarsi solo sui candidati e voglio pertanto porre l’accento sulla lista nel suo insieme. Ho fatto del mio meglio per creare un gruppo di persone adeguate al ruolo, una squadra di donne e uomini giovani su cui ripongo molta fiducia ed avrà, spero, quella dei nostri concittadini. Crediamo nella possibilità di lavorare insieme per il paese, l’unione di molteplici sensibilità ed esperienze può contribuire a sviluppare idee e progetti che guardino in prospettiva al futuro di Fontanelice”.
MOROTTI: “La nostra lista è l’unica rappresentativa del centrodestra, è fortemente autonomista e non contempla nel programma la realizzazione della ciclabile Mordano – Castel del Rio. Vuole ridisegnare le funzioni del Circondario aumentando le funzioni ed i servizi comunali. Ad eccezione del candidato sindaco, sono persone che fanno politica per la prima volta. Gente nuova, nuove idee, nuovi progetti”.
VECCHIO: “Tra i candidati non noto particolari differenze come programmi elettorali, è normale vedere similitudini, i problemi sono visibili, quello che noto con dispiacere sono candidature di persone che non hanno frequentato la vita del paese in questi anni e che magari non risiedono sul territorio. Concludo il ragionamento con questa nota, Fontanelice è una piccola realtà complessa, anche per la morfologia del territorio e per la sua storia, vedere candidati di tutte le liste alla prima esperienza non potrà che far rallentare il processo di risanamento politico, noi a differenza delle altre due liste abbiamo ricandidato 5 consiglieri comunali con 5 o 10 anni di esperienza amministrativa e altri 6 candidati che alle prime armi impareranno da chi ha già maturato in questi anni come funziona la macchina pubblica”.

Leader nazionale preferito
MELUZZI
: “Non è una figura di primissimo piano, ma apprezzo Valeria Mancinelli, sindaca di Ancona. In qualità di candidato non posso che scegliere la figura di un’amministratrice che ha lavorato con impegno per migliorare le sorti della propria città. Una sindaca che ha saputo comunicare in maniera trasparente con i propri cittadini lavorando sulle prospettive per il futuro e sulla cura dell’esistente, per aumentare la fiducia delle persone riguardo al futuro della città. Per la qualità del suo operato la Mancinelli ha ricevuto il World Mayors Prize 2018”.
MOROTTI: “Matteo Salvini è il mio leader preferito”.
VECCHIO: “Personalmente non ho politici di riferimento a livello nazionale, devo dire che dopo il 2011, la politica ha giocato molto sulla pelle dei cittadini, e devo anche dire che oggi non vedo coesione per risolvere i problemi atavici dell’Italia come fisco, sicurezza ed economia! La litigiosità sposta solo l’attenzione dai problemi seri”.