Dozza. La XXVII edizione della Biennale del Muro Dipinto che si terrà dal 9 al 15 settembre prossimi, organizzata dalla Fondazione Dozza Città d’Arte, è pronta a scaldare i motori.
Come nelle scorse due edizioni (quella del 2015 e del 2017) viene infatti dedicata apposita nostra in Rocca per ripercorrere le fondamenta e le tappe salienti della storica manifestazione dozzese, nata nel 1960.

Gerardo Masini, è l’artista scelto per la mostra di questa XXVII edizione, che sarà inaugurata venerdì 24 maggio alle 18 in Rocca.

I visitatori, in ‘preparazione’ alla prossima Biennale, potranno ammirare le sue opere evocatrici di quel filone cosiddetto “essenzialista” oltre a documenti e testimonianze delle Biennali del Muro Dipinto del 1973 e del 1975, anni in cui Gerardo Masini fu uno dei protagonisti della manifestazione, accrescendone il livello internazionale.
La mostra dal titolo “Muri d’autore. Gerando Masini da Dozza a Dakar” è curata da Silvia Evangelisti, organizzata dalla Fondazione Dozza Città d’Arte, in collaborazione con l’associazione Gerardo Masini, rimarrà allestita fino al 29 settembre 2019 e sarà visitabile tutti i giorni in orario di apertura del Museo della Rocca. Info su www.fondazionedozza.it