Very Wine fa parte del progetto “A spasso per borghi e vigneti”

Castel San Pietro Terme (BO). Dopo la soddisfazione per i dati Istat, che attestano il consistente aumento delle presenze turistiche nel primo trimestre 2019, l’Amministrazione comunale di Castel San Pietro Terme incassa un altro importante riconoscimento nell’ambito delle attività per lo sviluppo turistico, aggiudicandosi consistenti finanziamenti per due progetti che sono stati inseriti nel Programma turistico di promozione locale (Ptpl) anno 2019 della Città metropolitana di Bologna: il progetto dello Uit – Ufficio informazione turistica all’interno del Filone 1 “Servizi turistici di base dei Comuni” e il progetto di “A spasso per borghi e vigneti”, che ha come ideatore e capofila il Comune di Castel San Pietro Terme e coinvolge anche altri quattro Comuni, nel Filone 2 “Promozione turistica di interesse locale”.

“Il Comune di Castel San Pietro Terme è riuscito a presentare due progetti di qualità che sono stati valutati in fascia alta su entrambi i filoni – afferma il sindaco Fausto Tinti -. Ringrazio l’assessore al Turismo Tomas Cenni e gli uffici comunali per questo importante risultato”.

In particolare il progetto dello Uit – Ufficio informazione turistica, gestito dall’unità operativa Turismo del Comune, è stato collocato nella fascia di valutazione Alta 1 del Filone 1 e ha ricevuto un contributo di 11.600 euro, pari al 58% dell’importo di 20mila euro di spese ammissibili, a fronte di un piano finanziario iniziale di 37mila euro (i contributi vengono erogati al raggiungimento degli obiettivi). “A spasso per borghi e vigneti” è stato valutato in fascia Alta 2 nel Filone 2 e il contributo assegnato è stato di 26.932,50 euro, pari al 38% di 70.875 di spese ammissibili, a fronte di un piano finanziario iniziale di 94.500 euro.

Sono già diversi anni che lo Uit castellano riceve finanziamenti, sulla linea delle nuove leggi regionali, mentre “Very Wine”, che ha ricevuto fondi dal Ptpl ogni anno sin dalla sua nascita nel 2016, quest’anno fa parte del progetto di “A spasso per borghi e vigneti” che riguarda il territorio di cinque comuni e quindi il contributo andrà ripartito in proporzione fra i partecipanti. Questo progetto promuove infatti la scoperta dei centri storici dei Comuni di Castel San Pietro Terme, Dozza, Medicina, Castel Guelfo di Bologna, Mordano, valorizzandone paesaggi, usi e costumi, nonché la capacità di accoglienza turistica delle imprese e degli abitanti locali. La proposta turistica prevede nel corso del 2019, in particolare in occasione degli eventi che ogni comune organizza, la possibilità di partecipare ad un vero e proprio viaggio alla scoperta di arte, cultura, tradizioni e natura che caratterizzano i territori dei comuni aderenti.

Inoltre, con il coordinamento e la condivisione degli eventi in programma nei singoli comuni, il progetto si pone tra le proprie finalità la destagionalizzazione dei flussi turistici in maniera tale da poter ipotizzare presenze nell’area in maniera costante nel corso dell’anno; l’aumento delle presenze turistiche sul territorio, prolungandone la permanenza media anche grazie a visite, momenti di benessere, cultura, shopping, intrattenimento e svago nell’intera Città metropolitana di Bologna, con particolare riferimento alle eccellenze del Comune di Bologna; la complementarietà ed il sostegno alle azioni di promo-commercializzazione che verranno realizzate dalle imprese del comparto turistico, nei cui confronti verranno intensificate azioni di condivisione e, in alcuni casi, di coprogettazione delle singole iniziative, in coerenza con gli obiettivi del Programma di  promo-commercializzazione turistica 2019 (PPCT) nell’ambito della Destinazione turistica di riferimento.

Complessivamente il piano di finanziamento del Ptpl ha distribuito 400mila euro, di cui 210.202,20 con riferimento al Filone 1 “Servizi turistici di base dei Comuni” (10 progetti) e 189.797,80 con riferimento al Filone 2 “Promozione turistica di interesse locale (17 progetti).

Ai progetti del Filone 1 collocati in fascia alta 1, alta 2 e media, sono state rispettivamente attribuite risorse in misura pari al 58%, al 53% e al 48% della richiesta di contributo dichiarato ammissibile; ai progetti del Filone 2 collocati in fascia alta 1, alta 2, media, bassa sono state rispettivamente attribuite risorse in misura non inferiore al 58%, al 38%, al 13% e 7,7% della richiesta di contributo dichiarato ammissibile.