Faenza. Sta per arrivare giugno e a Faenza cresce il fermento per uno dei momenti più attesi dell’anno: quello del Palio del Niballo e delle manifestazioni e gare ad esso collaterali. Giunto alla sua 60esima edizione (nel Palio moderno se ne contano 63 in tutto tra gare “straordinarie” e non), il Palio di Faenza rappresenta una delle rievocazioni storiche più famose del panorama regionale e nazionale, e come ogni anno vede sfidarsi i cavalieri dei 5 Rioni faentini nella cosiddetta “gara della giostra”, che si disputerà il prossimo 23 giugno alle ore 18 nello stadio Bruno Neri di Faenza (con ritrovo e partenza del corteo storico da piazza del Popolo a partire dalle ore 16).

Andando con ordine, il primo appuntamento ufficiale con gli eventi relativi al Niballo avrà luogo domenica 2 giugno, alle ore 16 in piazza del Popolo, con il Torneo dei giovanissimi alfieri bandieranti, dopodichè la sera stessa si terrà la gara a coppie seguita dal giuramento dei cavalieri che si sfideranno nel torneo della Bigorda d’Oro (sabato 8 giugno alle 21 sempre allo stadio, con partenza dalla piazza alle ore 19), palio dei giovani giunto alla sua 23esima edizione.

Oltre alle prove ufficiali di Palio e Bigorda (Bigorda il 27 e il 29 maggio alle 21.30, Palio il 12 e il 14 giugno alle 19.30, sempre allo stadio), sabato 15 giugno si terrà il torneo alfieri bandieranti e musici in piazza del Popolo alle ore 20.30, seguito, domenica 16, dal giuramento dei cavalieri del Niballo e dalla caratteristica gara della coppia (conosciuta dagli intenditori come gara della botte) e dalla giostra del Niballo domenica 23 giugno alle ore 18.

Assieme ai consueti appuntamenti con le gare, è importante ricordare che anche quest’anno torna il contest Instagram #niballoanchio19: entro il 20 giugno chiunque lo vorrà potrà immortalare i momenti più belli delle gare e della vita rionali e postarli sui social con il sopracitato hashtag; la foto che riceve più “like” vincerà due biglietti per la gara del Niballo. Regolamento completo su www.paliodifaenza.it.

Le gare di sbandieratori, Bigorda e Niballo verranno riprese e trasmesse da TeleRomagna (canale 14 del satellitare) il lunedì successivo alle gare e saranno regolarmente seguite da Radio Rcb.

Infine, è importante segnalare che a partire dal 7 fino al 26 giugno verrà allestita la mostra-itinerario storico intitolata “Un bersaglio cercato da secoli: 1959, fu l’inizio del Palio del Popolo di Faenza”, mostra ospitata dal Palazzo delle Esposizioni che ha come scopo quello di rievocare le origini Manfrede del Palio esibendo costumi, armi e accessori dall’epoca rinascimentale fino ad oggi, era del Palio moderno.

(Annalaura Matatia)