Faenza. Riattivato un apposito plafond di 10 milioni di euro contro le calamità naturali, così La Bcc ravennate forlivese imolese scende in campo al fianco degli agricoltori, degli artigiani e commercianti colpiti dalle inondazioni avvenute sul territorio a partire dal 12 maggio scorso, che hanno causato ingenti danni alla produzione e agli impianti.

La Banca è in grado di mettere a disposizione degli imprenditori delle aree di Faenza, Forlì, Imola, Lugo, Ravenna interessati dei finanziamenti a medio termine con un periodo di pre-ammortamento di durata massima di 18 mesi, al fine di agevolare il ripristino della normale attività al più presto possibile.

Oltre al settore produttivo, LA Bcc è pronta a fare la sua parte a favore della cittadinanza duramente colpita concedendo finanziamenti a breve temine a condizioni agevolate con un plafond di 1 milione di euro a favore delle famiglie e privati che hanno subito danni alle loro abitazioni causati dall’eccezionale ondata di maltempo appena trascorsa.

In alternativa, per i clienti che hanno già mutui in essere, è possibile richiedere la sospensione delle rate per 12 mesi. Per richiedere tali finanziamenti occorre contattare la propria filiale de LA Bcc di riferimento, presentando una autodichiarazione dei danni subiti.