La Bcc, premiazione delle Borse di studio

Faenza. L’assemblea più partecipata di sempre. Soddisfazione in casa de La Bcc per i quasi 2.400 soci presenti, portatori anche di oltre 3.100 deleghe, per un totale complessivo di oltre 5.500 partecipanti al voto. Questi i numeri dell’assemblea che si è svolta sabato 18 maggio che rappresentano un dato “estremamente positivo che conferma l’attaccamento dei soci alla cooperativa e la fiducia per il futuro”.

Il presidente Secondo Ricci ha evidenziato i risultati positivi conseguiti: “L’esito del bilancio è molto positivo e testimonia la risposta dei soci e dei clienti al nostro lavoro di riorganizzazione della Bcc dopo la fusione realizzata nel 2017. Sappiamo di essere una Bcc virtuosa fra le prime 5 in Italia, e vogliamo continuare con questo spirito, convinti di difendere un patrimonio unico per il nostro territorio”.

L’attività della Bcc nel corso del 2018 e anche in questi primi mesi del 2019, si è concentrata sul sostegno all’economia, mediante l’erogazione di finanziamenti alle imprese e alle famiglie, a conferma di una significativa presenza sul territorio, come banca locale al servizio della comunità.

L’esercizio 2018 si è chiuso con un segno positivo: l’utile conseguito è pari a 15 milioni di Euro, in aumento del 65% rispetto al 2017 (9 milioni di Euro); i fondi propri ammontano a oltre 342 milioni di Euro, il prodotto bancario lordo (somma della raccolta e degli impeghi) supera i 7,2 miliardi di Euro; il Total Capital Ratio, indice che esprime la solidità della Banca, è pari al 15,75%, valore abbondantemente superiore a quello richiesto dalla normativa.

Il Direttore Generale Gianluca Ceroni, nel corso dell’assemblea, ha evidenziato che tutti gli indicatori della banca (la raccolta totale e il valore degli impieghi) si sono confermati nei loro valori positivi. Grazie ai risultati conseguiti, inoltre, nel corso del 2019 verranno destinati a favore del territorio per attività sociali, sportive, culturali, sanitarie, complessivamente 1 milione e seicentomila Euro, in crescita rispetto al 2018.

La Bcc, Consiglio di amministrazione

L’Assemblea ha, inoltre, eletto il Consiglio di amministrazione ed il Collegio sindacale per il triennio 2019-2021. Sono stati eletti amministratori: Emanuela Bacchilega, Giuseppe Benini, Antonio Buzzi, Paolo Caroli, Nicolina Anna Maria Cirelli, Giuliana Cortini, Andrea Ferrini, Giuseppe Gambi, Gianni Lombardi, Paolo Mongardi, Riccardo Walter Morfino, Secondo Ricci e Tiziano Samorè.

Essi rappresentano le attività dei soci e i territori in cui opera la Bcc; è stato perseguito il ricambio generazionale, delle competenze e delle esperienze dei componenti, ed inoltre vi è una significativa presenza femminile con tre amministratori, un sindaco effettivo e un sindaco supplente.

Il Consiglio di amministrazione ha poi confermato Secondo Ricci presidente della Banca, Gianni Lombardi vice presidente vicario e Giuseppe Gambi vice presidente.

Compongono il Collegio sindacale Damiano Berti, Silva Ricci e Nicola Maria Baccarini.

E’ stato, inoltre, comunicato ai soci l’avvio dell’operatività del Gruppo bancario cooperativo Iccrea, a cui La Bcc aderisce. Nel nuovo Consiglio di Iccrea è presente il vice presidente Giuseppe Gambi, in rappresentanza della Bcc e della quota azionaria delle Bcc dell’Emilia-Romagna.

In apertura di assemblea, inoltre, sono state assegnati i premi e le borse di studio riservate ai soci, figli dei soci e giovani residenti nel territorio, erogate in collaborazione con la Fondazione Giovanni Dalle Fabbriche, la Fondazione Multifor e il Cral aziendale, per un totale di oltre 90.000 euro.