Valter Baruzzi

Forlì. Continua fino al 18 giugno la personale di Valter Baruzzi “Sguardi. La seconda vita delle cose” allestita alla libreria d’arte contemporanea “marmo” di corso Garibaldi 152/154 a Forlì.

Martedì 28 maggio, ore 16, “L’arte come gioco”, Valter Baruzzi racconta la mostra attraverso storie che rimandano alle opere, un incontro dedicato ai bambini delle scuole elementari, accompagnati dai genitori o da chiunque voglia partecipare. Per questo evento è necessaria la prenotazione – causa posti limitati – per cui si chiede gentilmente di contattare Elena Dolcini al 329.5428673 o alla mail marmolibreria@gmail.com.

La personale, dal titolo “Sguardi. La seconda vita delle cose”, a quest’ultime è dedicata con passione; similmente, lo è anche l’intera pratica che Baruzzi porta avanti con incessante devozione e che consiste nel raccogliere oggetti, pietre, ingranaggi di motori, ossa, utensili da cucina, rotelle e graffette, e assemblarli insieme su un supporto, spesso legno, ma anche mattone e altri materiali di fortuna, come tovagliette o taglieri. La “seconda vita” del titolo si riferisce dunque alla pratica del riuso, a cui, per usare le parole dello stesso artista “non posso smettere di dedicarmi”, perché “sono gli stessi oggetti a dettarmi l’intervento da fare su di essi”. Si tratta di un’espressione di libertà – il poter girovagare e insistere nell’osservare e ri-osservare gli oggetti – ma ossimoricamente una libertà costretta, perché sono le cose stesse a “costringere” l’artista ad assemblarle ad altre.

Informazioni: marmolibreria@gmail.comhttps://www.marmolibreria.com – cell. 329.5428673.