La scrittrice imolese Lisa Laffi

Castel San Pietro Terme (BO). “L’ultimo segreto di Botticelli” (Tre60 editore) è il titolo dell’ultimo libro di Lisa Laffi. La libreria Atlantide si Castel San Pietro Terme ospiterà mercoledì 5 giugno, alle ore 20.30, per la prima presentazione in Italia del suo lavoro. La scrittrice imolese sarà intervistata da Lisa Emiliani.

Si conclude con questo settimo incontro il ciclo “Beautiful: music & fine arts” che ha preso il via il 22 febbraio 2019, con il patrocinio del Comune di Castel San Pietro Terme. “In questi mesi in libreria, e non solo, abbiamo proposto testi che avessero al centro la Bellezza, espressa attraverso l’arte, la musica e, ovviamente, la letteratura: saggi, romanzi storici, thriller, saggi”, raccontano Marco Zirotti e Marcello Zarattani, titolari della libreria di via Mazzini 93.

Epilogo degnissimo: in libreria sono numerosi gli estimatori di Lisa Laffi, il suo “Il serpente e la rosa” (I doni delle Muse edizioni, 2015) continua ad essere consigliato dai librai di Atlantide e ad essere richiesto grazie al passaparola dei lettori. “Così, dopo avere accompagnato Lisa in diverse presentazioni nelle biblioteche della zona, ci fa davvero molto piacere poterla ospitare con il suo nuovo libro, definito dal suo nuovo editore ‘una nuova travolgente voce nel panorama italiano del romanzo storico’. C’è un altro motivo che ci spinge a credere possa essere una presentazione da non perdere: Lisa colloquierà con Lisa Emiliani, storica dell’arte, che, oltre ad essere nostra amica di lungo corso, ha già intervistato l’autrice in diverse occasioni”.

Scheda
1482 Botticelli sta terminando la Primavera, un dipinto che sarà celebrato come una vetta assoluta dell’arte. Ma anche un enigma, forse impossibile da sciogliere. È una metafora dell’amore platonico? O il suggello di un patto segreto, sottoscritto da Caterina Sforza, che mira a unire Milano, Roma e Firenze sotto un’unica bandiera, per liberare l’Italia? 1526 La giovane Luce, esperta di erbe e ricette curative, viene trascinata al cospetto della marchesa Bianca Riario Sforza, la potente figlia di Caterina. La ragazza è convinta che Bianca la voglia denunciare all’Inquisizione per la sua attività di guaritrice, ma la marchesa, appassionata alchimista, la prende sotto la sua protezione. L’abilità di Luce è tale che, quando il fratello di Bianca, Giovanni dalle Bande Nere, viene ferito in battaglia, la marchesa chiede proprio a lei di curarlo. Ma Bianca non può prevedere la passione che nasce tra la giovane donna e il celebre condottiero. Un sentimento che rischia di stravolgere i suoi veri piani, infinitamente più diabolici di quelli che Luce ha immaginato. Bianca fa allora in modo che il fratello parta per la battaglia decisiva, e manda Luce a Mantova, con la scusa di proteggerla. Sarà lì che Luce apprenderà il reale significato della Primavera. E dovrà comunicarlo a Giovanni, prima che sia troppo tardi…