Villa Maria Cecilia Hospital a Cotignola

Imola. I medici di Medicina generale esprimono una forte preoccupazione per il mancato rinnovo della convenzione della Asl di Imola con Villa Maria Cecilia di Cotignola per quanto riguarda l’attività di emodinamica e di cardiochirurgia.

Nel corso di una conferenza stampa, alla quale erano presenti Angelina Cerullo, Vittorio Gamberini, Roberto Merli, Laura Orlandi, Danilo Pasotti e la pediatra Laura Cavallazzi, è stata resa pubblica una lettera sottoscritta da 61 colleghi indirizzata alla sindaca di Imola Manuela Sangiorgi, al direttore generale Ausl Andrea Rossi, ai sindaci di Mordano e dei Comuni della Vallata e ai consiglieri comunali di Imola.

La questione si inserisce nel tema più vasto della prossimità e della accessibilità dei servizi sanitari che interessa la popolazione del territorio situato nella zona a sud dell’area metropolitana. La concentrazione delle specialità negli ospedali bolognesi comporterà un allungamento delle liste di attesa per trattamenti importanti quali quelli di cardiochirurgia e radioterapia.

La lettera nasce quindi dal desiderio di informare i cittadini e i loro rappresentanti dei rischi che possono derivare da scelte fatte senza valutare tutti gli elementi presenti e le ripercussioni sui cittadini.

La lettera
“Quotidianamente lavoriamo a stretto contatto con i pazienti che conosciamo e seguiamo nel tempo e rappresentiamo assieme al Pronto soccorso la porta di accesso al Servizio sanitario nazionale. Ci sono forti indizi che in concomitanza con la nomina del nuovo primario cardiologo, proveniente da Bologna, l’Asl di Imola possa cessare la convenzione con Villa Maria di Cotignola per quanto riguarda l’attività di emodinamica e il conseguente trattamento delle ostruzioni coronariche, sia in fase acuta (infarti Stemi) che programmate. In tal caso i pazienti verrebbero dirottati sui centri di emodinamica del S. Orsola e dell’ospedale Maggiore di Bologna. Contemporaneamente sembra si sia ridotta la percentuale degli interventi in convenzione con Villa Maria che riguardano la chirurgia cardiovascolare e la radioterapia.

La Convenzione deve essere rinnovata essendo scaduta il 31 dicembre 2018. Ad oggi non è chiaro quale sia la posizione delle Direzione dell’Asl da cui dipende il rinnovo della stessa. Molti nostri pazienti colpiti da infarto sono stati salvati dalla tempestività dell’intervento degli operatori del 118 che una volta diagnosticato un infarto hanno allertato direttamente il centro di emodinamica di Villa Maria che dopo pochi minuti accoglieva il paziente per l’intervento di disostruzione coronarica.
A parità di qualità dei Centri di cura sicuramente il fattore tempo, distanza e viabilità giocano un ruolo importante nella prognosi dell’evento acuto.
Prima si arriva, meglio è.

È chiaro a tutti che da Imola o da una località della vallata del Santerno o della pianura vicino a Mordano per distanza e viabilità occorre più tempo per arrivare a Bologna rispetto a Villa Maria a Cotignola.
Imola si trova alla periferia sud dell’area metropolitana e per garantire ai propri cittadini una migliore qualità di assistenza in questo caso deve servirsi di un Centro che a parità di qualità, garantisca una migliore accessibilità.
La proclamata autonomia della Asl di Imola si manifesta nelle scelte che vengono fatte a tutela della salute dei cittadini e confidiamo che chi ha la responsabilità di questa decisione scelga per il bene della collettività.
Per quanto ci riguarda informeremo i nostri pazienti su questo tema di primaria importanza per la salute di tutti”.

I sottoscritti Medici di medicina generale e Pediatri
Cerullo Angelina, Gamberini Vittorio, Merli Roberto, Orlandi Laura, Pasotti Danilo, Adimari Clara, Alessandroni Luigi, Bacchilega Loretta, Balducci Alessandra, Barzagli Maurizia, Beghini Franco, Beghini Stefano, Bertozzi Anna, Bertozzi Carla, Betti Anna, Buscaroli Leana, Caprini Marco, Cavallazzi Laura, Ciacci Veronica, Cilio Rosa, Conti Angelo, Cremonini Pierluigi, D’Angelo Daniela, Di Emidio Maurizio, Di Turi Rita Paola, Emiliani Silvano, Errani Elia, Falconi Sandra, Filippone Carlo, Filippone Vittorio, Fiorentini Delia, Gardelli Sergio, Giovannini Nadia, Gliozzi Giovanni, Grilli Andrea, Guerra Tania, Iosa Eros, Lincei Lavinia, Maggiolini Ignazio, Malavolta Gabriella, Mangiaferri Giulia, Marocchi Mauro, Naldoni Alberta, Pasini Daniela, Pirazzoli Rita, Piersanti Pierluigi, Plazzi Antonietta, Reggiani Lamberto, Roncassaglia Massimo, Ruggi Marco Remo, Sami Taffache, Severino Annamaria, Sgarzi Fabio, Stefani Giampaolo, Suzzi Maurizio, Suzzi Violana, Tabanelli Paola, Tonioli Susanna, Treve Maddalena, Venieri Maurizio, Zanotti Leonardo.