Imola. Un sistema di 18 telecamere per scoprire chi guida con auto senza assicurazione o revisione. L’investimento, pari a 126 mila euro, è stato finanziato dal Comune e prevede delle attrezzature con un nuovo sistema di rilevazione targhe. Questo nuovo sistema si inserisce nell’ambito degli interventi e delle strumentazioni finalizzati al controllo del territorio, allo scopo di garantire una sempre maggiore sicurezza urbana. L’innovativo sistema sarà operativo a breve e sarà gestito dalla Polizia municipale di Imola; inoltre, grazie alla disponibilità dell’Amministrazione comunale è condiviso con le altre forze di polizia del territorio.

Sono 18 le telecamere installate
Il nuovo sistema di rilevazione targhe consiste nell’installazione di 18 telecamere (sono posizionate su 12 postazioni), all’interno del territorio comunale, per la lettura delle targhe degli autoveicoli, con algoritmo software di riconoscimento a bordo camera, detto anche Ocr (Optical character recognition), con telecamera di contesto incorporata.

Questi sistemi di riconoscimento automatico dei numeri di targa, detti anche Anpr (Automatic number plate recognition), scansionano tutto il traffico che scorre attraverso un varco e, ogni qualvolta la targa di un veicolo verrà riconosciuta come priva di copertura assicurativa o di mancata revisione, il sistema scatterà una fotografia e memorizzerà all’interno di un database i metadati relativi al numero della targa, alla data e all’ora del transito, all’identificativo del varco di rilevazione.

A questa funzione di monitoraggio si affianca quella sanzionatoria, cioè la possibilità di multare subito il conducente del veicolo non a norma. Ciò potrà avvenire nel momento in cui a valle della telecamera sarà presente una pattuglia della Polizia municipale, che verrà avvertita in via telematica dal sistema di rilevazione targhe e procederà quindi al fermo del mezzo in transito.

Mentre quando si dovrà ricercare una targa specifica (ad esempio si possono creare liste di auto da rintracciare) la Polizia Locale disporrà di un’interfaccia che permetterà di richiamare le targhe memorizzate in base a differenti criteri di ricerca, quali il numero di targa intero od anche parziale, l’intervallo temporale preso in esame, il varco specifico di transito.

Grazie a questa modalità di interrogazione basata su database, i tempi di ricerca di un numero di targa risulteranno enormemente più rapidi, se comparati a una ricerca basata sui comuni sistemi di videosorveglianza, che rendono necessario “sbobinare” la registrazione, per poi vedere e leggere manualmente la targa.

Il costo complessivo di questo nuovo sistema di rilevazione targhe è di 126 mila euro (100.000 euro di infrastruttura e 26.000 euro di gestionale), finanziato per intero dal Comune di Imola.

“La realizzazione del sistema risponde alla necessita delle forze di Polizia dello Stato e della Polizia locale di perseguire l’obiettivo di un controllo efficace di tutti i veicoli in transito nella città e nel circondario, tramite l’utilizzo di moderni ed efficaci strumenti tecnologici ed informatici” spiega Andrea Longhi, assessore alla Legalità e Sicurezza del Comune di Imola, con delega alla Polizia nunicipale. “In particolare, a titolo di esempio, il sistema segnala alle centrali operative il passaggio di veicoli tra cui quelli sospetti o rubati la cui targa è presente nel database Scnnt (Sistema centralizzato nazionale targhe e transiti centro elettronico della Polizia di Stato) e/o nei database locali delle Forze dell’Ordine coinvolte – aggiunge l’assessore Longhi -. Fornisce, inoltre, un valido aiuto alle attività di indagine mediante l’utilizzo di filtri avanzati che permettono di ricostruire gli spostamenti dei veicoli, anche nei casi di omissione di soccorso conseguente a sinistro stradale; permette un ausilio al contrasto di fenomeni di microcriminalità (es. truffa dello specchietto, furti in abitazione). Infine, consente di costituire una rete di controllo del territorio atta anche a  prevenire fenomeni di tipo terroristico o altra criminalità”.

L’assessore Longhi fa poi sapere che “in futuro procederemo a connettere il nostro sistema con gli altri presenti nella Regione, costituendo così una rete di monitoraggio più ampia che darà ancora maggiori garanzie per il contrasto alla criminalità”.

Postazioni di lettura targhe
PLT1 – Postazione Lettura Targhe n.1 : Via Punta/Montericco n°1
PLT2 – Postazione Lettura Targhe n.2 : Via Dante/Pirandello n°2
PLT3 – Postazione Lettura Targhe n.3 : Via Marconi/Vittorio Veneto n°2
PLT4 – Postazione Lettura Targhe n.4 : Via Costa/Stazione FF.SS. n°1
PLT5 – Postazione Lettura Targhe n.5 : Via I° Maggio/del Lavoro n°1
PLT6 – Postazione Lettura Targhe n.6 : Via Cooperazione n°2
PLT7 – Postazione Lettura Targhe n.7 : Via Selice/Fossetta n°2
PLT8 – Postazione Lettura Targhe n.8 : Via San Vitale fraz. Sesto Imolese n°2
PLT9 – Postazione Lettura Targhe n.9 : Via Pisacane/Olimpia Hotel n°2
PLT10 – Postazione Lettura Targhe n.10 : Via Montanara/Fagiano Ristorante n°1
PLT11 – Postazione Lettura Targhe n.11 : Via Lughese/Lasie n°1
PLT12 – Postazione Lettura Targhe n.12 : Via Selice/Bicocca n°1