Imola. Per uno strano gioco del destino, è proprio al tramonto che i 5mila della “combriccola del Blasco” intonano insieme “Alba chiara”. 18 giugno 2019. Una data da ricordare. Una curva della Rivazza piena (circa 5mila persone assiepate) per cantare a gran voce, dopo una prima prova la canzone diretta al cuore del rocker di Zocca, quella che chiude tutti i suoi concerti e che quest’anno compie quarant’anni. Tanto che viene preceduta da “Tanti auguri a te, tanti auguri Alba chiara…

“Rivivere la favola. Qui si fa la storia”. Sono solo alcuni dei cartelloni esposti dai fans del Blasco. Il suo pubblico più bello. Mamme, bambini, ragazze e ragazzi dai 16 anni ai 70. Non mancava nessuno all’appuntamento organizzato dall’associazione App&Down. Dire che l’evento è riuscito è riduttivo. Nella tribuna della Rivazza si respirava l’aria delle grandi occasioni. Una bella folla e una splendida occasione per ridare centralità a Imola, dopo tanto tempo.

La curva della Rivazza canta Albachiara

“Sono venuta con i miei figli per convincere Vasco a venire l’anno prossimo a Imola per un concerto. Lo seguo da quando ero una ragazza e i miei figli – due adolescenti – sono con me in questa occasione meravigliosa. In famiglia siamo tutti fan”. Marina non fa mistero di essere venuta apposta “appena finito il lavoro sono corsa qui, non potevo mancare per nulla al mondo, amo troppo Vasco”.

Dagli altoparlanti, nell’attesa di riempire la tribuna, escono le note di ‘Bollicine’ e ‘Stupendo’. E tutti a cantare all’unisono per scaldarsi la voce in vista del video messaggio. Per gli organizzatori capitanati da Beppe Bianco l’obiettivo è portare Vasco a Imola l’anno prossimo in una data del tour 2020. Imola che ha ospitato per la prima volta (in tutto tre, almeno finora) il rocker il 20 giugno 1998 che ha cantato davanti a un pubblico di più di centomila persone oggi ci crede.

E’ la segretaria di Vasco Rossi per 10 anni, Monica (è stato annunciato solo il nome, ndr) che apre le speranze dal palco: “Ne parlerò con lui, statene certi”.

E mentre la festa continua con dj set e live music, aperti anche alcuni punti ristoro nella pista, non rimane che rilanciare l’hashtag #imolachiamavasco

(Verner Moreno)