Faenza. Una rassegna musicale promossa dalla scuola di musica “G.Sarti” che prevede concerti negli spazi più suggestivi (sette in tutto) della città: tale è l’essenza della kermesse musicale “In tempo”, giunta alla sua ottava edizione e quest’anno dedicata alle melodie barocche e a quelle dei più grandi compositori del ‘700, ma anche al tango argentino e alla scuola musicale genovese che saranno protagoniste assolute della rassegna da giugno a settembre.

Curata da Donato D’Antonio, direttore della rinomata scuola faentina, la manifestazione musicale si aprirà il 21 giugno alle 21 nella ex Colonia di Castel Raniero con “Ponti Armonici” (concertatore Paolo Zinzani) con l’ensemble d’Archi della Sarti, e si proseguirà l’1 e il 4 luglio alla Bottega Bertaccini rispettivamente con un concerto dedicato al barocco italiano e alla musica barocca europea, con un concerto jazz il 6 di luglio presso il Museo Malmerendi, un concerto per violino al Mic (ingresso 5 euro), con concerti di musiche dal mondo, di tango e di musica italiana; la rassegna terminerà il  6 settembre nella ex Colonia di Castel Raniero con “Liguria terra di cantautori- dalla scuola genovese al debutto di Dalla & De Gregori”.

L’ingresso ai concerti è a offerta libera, e il ricavato andrà a favore della scuola di Musica “Sarti” che ha organizzato la serie di eventi musicali assieme al Comune di Faenza.

Per il programma completo della rassegna consultare il sito della scuola, www.scuolasarti.it ; dal sito si possono scaricare inoltre i moduli per l’iscrizione alla scuola di musica, effettuabile nei periodi dal 3 giugno al 31 luglio e dal 2 al 20 settembre.

(Annalaura Matatia)