Maria Elena Boschi, ex ministra del Pd

Imola. Pur in un momento di difficoltà dopo le elezioni di un anno fa che hanno consegnato la città al Movimento 5 stelle, il Pd non rinuncia alla festa dell’Unità dell’Unione territoriale di Imola che quest’anno si terrà all’interno del parco dell’Ossservanza a iniziare da venerdì 21 giugno quando ci sarà l’inaugurazione alla presenza di Paolo Calvano Paolo De Castro e Marco Panieri. Tutte le iniziative politiche cominceranno fra le 20.30 e le 21. Ecco alcune delle principali già programmate con l’obiettivo di rilanciare il partito sul territorio con un mix di amministratori locali e ospiti nazionali.

Sabato 22 giugno è previsto un incontro dal titolo “Il Pd vince le elezioni amministrative” con i nuovi e vecchi sindaci che hanno vinto quest’anno il 26 maggio in sette degli otto Comuni dove si sono tenute le elezioni amministrative.

Giovedì 27 giugno il tema della serata sarà “Una nuova alleanza contro i sovranismi isolati e senza prospettive” alla presenza della parlamentare europea Elisabetta Gualmini e del senatore ed ex sindaco di Imola Daniele Manca.

Venerdì 28 giugno si parlerà di Città metropolitana con il sindaco di Bologna Virginio Merola e quello di Castel San Pietro Fausto Tinti.

Lunedì 1° luglio tornerà sul palco della festa dell’Unità Debora Serracchiani che spiegherà le ricette de “Il Pd al lavoro per costruire un’alternativa”. Mercoledì 3 luglio “Verso le elezioni regionali. Un nuovo centrosinistra” si confronteranno Paolo Calvano segretario regionale Pd, Federico Pizzarotti e Serse Soverini, gli ultimi due esponenti di Italia in Comune che quasi sicuramente sarà alleata col Pd nell’appuntamento con il voto in novembre o nel gennaio del prossimo anno.

Un appuntamento clou si svolgerà sicuramente sabato 6 luglio con l’incontro “Verso la legge di bilancio. Il fallimento delle politiche economiche Lega-5Stelle. Le proposte del Pd” con la “renziana di ferro” ed ex ministra Elena Maria Boschi.

Per domenica 7 luglio, poi è stato invitato il neosegretario nazionale del Pd Nicola Zingaretti con Marco Panieri, segretario della federazione di Imola e gran finale con i fuochi artificiali. Se Zingaretti ci sarà come sperano tutti i militanti, sarà un’occasione importante per capire programma e alleanze di quella che dovrebbe diventare un’area alternativa sia al centrodestra sia al Movimento 5 stelle. E, si spera, anche per vedere se le risse intestine al Pd stiano finalmente per finire.

Ogni sera ci sarà spazio per musiche diverse dalla Salsa, orchestre folk, Comete di Romagna, Arancia Meccanica. Da ricordare la mostra “ Fra palazzi ed osterie. I disegni di Celso Anderlini  che consiste in  19 grandi  pannelli in forex , su cui sono riprodotti circa 180 disegni di Celso Anderlini. L’esposizione,  curata da Valter Galavotti e Giampaolo Dall’Olio, offre la possibilità di scoprire un disegnatore che, pur non essendo mai stato valorizzato quanto meritava, ha saputo rappresentare in modo originale e suggestivo volti e luoghi del territorio imolese. E come sempre faranno la parte del leone gli stand gastronomici anche se non ci sono più tanti volontari come ai bei tempi.