Imola. Per la rassegna “Notte d’amore immenso”, la Fondazione Cassa di Risparmio di Imola propone due concerti di qualità che si terranno nel cortile di Santa Maria in Regola oppure in caso di pioggia all’interno della chiesa di Sant’Agostino. Il tema conduttore è sempre il violino di Primo Contavalli.

L’ingresso è gratuito fino ad esaurimento dei posti. La prenotazione è obbligatoria allo 0542/26606

Il primo appuntamento è fissato per giovedì 27 giugno alle 21 e vedrà esibirsi Ruben Chaviano con il suo Latin Quartet che si esprime con un repertorio che spazia dalla musica cubana a quella del Brasile.
L’elemento che caratterizza il suono del gruppo è l’essenzialità dell’interpretazione ritmica che danno chitarra, fisarmonica e percussioni, legata al suono del violino. Lo stile che ne consegue è tipico del jazz latino, del son, el bolero, la bossa nova e il Baiao.

Giovedì 4 luglio sarà invece la volta, sempre alle 21, di Roberto D’Onghia in un gruppo formato da un pianoforte e un quartetto d’archi. Si tratta di un progetto che non è un tributo rivolto al passato ma uno sguardo verso il domani, un nuovo inizio, nel segno di visioni musicali e poetiche che vanno oltre Lucio Dalla. Le melodie delle creature più riuscite della poetica di Dalla si vestono di un abito nuovo, al di là del tempo, risvegliando suggestioni conosciute e suscitando nel contempo emozioni nuove ed inattese.