Bona Sandrini

Imola. “E’ un momento di profonda commozione e di cordoglio quello che accomuna l’intero consiglio comunale e la comunità della città di Imola nel commemorare la prof.ssa Bona Sandrini, recentemente scomparsa, fondatrice e presidente dal 1998 dell’associazione Alzheimer Imola Onlus. Una testimonianza concreta di impegno al servizio del prossimo, un silente e quotidiano confronto con una tremenda patologia dagli indici crescenti anche nel circondario imolese con oltre 1500 casi accertati” ha detto la sindaca Manuela Sangiorgi nel suo intervento nell’ultimo consiglo comunale.

“Un prezioso messaggio di attivismo e caparbietà quello consegnatoci dalla prof.ssa Sandrini basato sulla volontà di non lasciare soli gli ammalati e di potenziare la campagna informativa di conoscenza e sensibilizzazione a favore di familiari e parenti. Il tentativo di rimettere ordine in una quotidianità stravolta dalla malattia e dai suoi effetti incalzanti che possono essere decisamente rallentati con una mirata politica di aiuto, ascolto ed amore” ha aggiunto la prima cittadina, che ha poi proseguito: “sono innumerevoli le iniziative promosse e caldeggiate dalla compianta prof.ssa Sandrini: dai punti di ascolto, ai Caffè Alzheimer, passando per seminari, convegni e feste di autosostegno fino all’orgoglioso traguardo della decennale apertura di Casa Cassiano Tozzoli – Casa Alzheimer, straordinaria progettualità sul territorio condivisa con Ausl e Asp”.

Per la sindaca Sangiorgi “quando persone come la prof.ssa Bona Sandrini ci lasciano non c’è spazio né per la retorica e né per le lacrime perché il vuoto, immenso e palpabile, necessita di essere colmato con concretezza traendo profitto e insegnamento dalla lezione impartitaci”.

Infine, la sindaca Manuela Sangiorgi ha concluso: “nel porgere le doverose condoglianze alla famiglia, rivolgo l’ultimo pensiero all’intera comunità imolese perché, in concerto con l’amministrazione comunale, possa onorare la memoria della Prof.ssa Sandrini alimentando un operato che appartiene già alle pagine più genuine della storia sociale della città di Imola”.

Dopo la sindaca Sangiorgi, sono intervenuti i rappresentanti di tutti i gruppi consiliari. Nello specifico, ricordi, testimonianze e parole di forte apprezzamento e profonda gratitudine per quanto realizzato dalla prof.ssa Bona Sandrini per il bene dell’intera Comunità sono stati espressi da Carmela Cappello (Imola guarda avanti), Roberto Visani (Partito Democratico), Simone Carapia (Lega Imola), Giuseppe Palazzolo (Patto per Imola) e Simone Righini (M5S).