Cotignola (Ra). “Nell’arena delle balle di paglia” tutto è pronta per l’edizione 2019 dell’iniziativa organizzata dall’associazione Primola, che si svolgerà da giovedì 11 a martedì 16 luglio.

Come tradizione, anteprima il 6 luglio, ore 5.45, nel podere di via Peschiera 3, di fronte all’Isola con l’albaraz, per raccogliere le balle per fare un teatro. Non solo lavoro, però, infatti all’alba “ti racconto la favola della raccolta delle balle”. Non ce n’è un’altra uguale. Il miracolo di una mattina: la bellezza di un campo di balle di paglia, l’allegria contagiosa, la musica, la costruzione di un anfiteatro per la cultura e un convivio finale che trasforma il sudore in sorrisi. E poi un concerto per forcali con il quintetto dei Siman Tov: Martino Colicchio (clarinetto), Fabrizio Flisi (pianoforte), Gioele Sindona (violino e voce), Tiziano Paganelli (fisarmonica).

L’Arena delle balle di paglia non è un festival, né un evento – scrivono gli organizzatori -. Sono parole che non ci piacciono, anche se non sappiamo quali altri termini usare. L’Arena di paglia è la metafora del nostro modo di vivere. Bauman è il grande maestro del pensiero liquido, noi siamo invece i contadini del pensiero di paglia. Che differenza c’è tra il pensiero liquido e quello di paglia? Il pensiero liquido scorre, è un’identità che muta e non trattiene. Quello di paglia è solido ma non solido come il ferro, è solido come la paglia di un giaciglio, si adatta e ti accoglie, si lascia modellare e spinge alla relazione. Dà identità, ma non resta ferma, rinnova l’emozione, fa scorrere le relazioni. È il cordone ombelicale della nostra terra. Solo con il grano si fa il pane. È una parte di noi stessi, senza saperlo. Con la paglia si può costruire un programma culturale”.

L’edizione 2019 ha come tema un asino che vola: “Sguardo dolce, testardo, con un destino sfortunato, asino da contadino, che qualche volta sa volare. Un somaro che vola è una cosa che non c’è, un’apparizione, che può anche essere vera”

“Cosa succede se guardi dentro gli occhi di un asino che riflette sulla tua vita? Cosa ti suggerisce un paese che si racconta con un quaderno del dopoguerra? A cosa pensano le galline che razzolano nel cortile? Cosa rispondi a una casa che decide di trasformarsi in un museo? Come puoi raccontare l’Arena se il giorno dopo non esiste più? Cosa ti succede dentro, se vedi scomparire un bosco di fiume? Asini che volano. Chissà se si fanno le domande giuste”, tante domande per spiegare cos’è “Nell’areana delle balle di paglia”.

Come arrivare
Dal centro di Cotignola a piedi seguendo la segnaletica che parte da piazza Amendola passando dalla Galleria del fiume si arriva all’Arena. Dal parcheggio di via Cenacchio nell’area del campo sportivo seguendo le indicazioni; percorrete solo la carraia segnalata. Servizio navetta per mobilità ridotta: telefono 333.4183149 (attivo i giorni dell’Arena dalle 18.30). Portate una torcia!

Sfoglia il programma >>>>

Informazioni: info@primolacotignola.it – tel 333.4183149 (dalle 16 alle 20) – www.primolacotignola.it