Imola. Ormai è giunta l’ora che gli imolesi abbiano piena consapevolezza di quanto conti l’Accademia pianistica nel mondo con ricadute positive in città. E’ il concetto sul quale ha posto l’accento il presidente, ed ex ministro, Corrado Passera durante la presentazione dell’Imola Summer Piano Academy and Festival che si terrà a Imola dal 16 al 30 luglio nell’anno del trentennale dell’Accademia. Per Passera “è una cosa quasi unica al mondo che circa 300 musicisti si trovino insieme nello stesso luogo a suonare. In tal modo, se ancora ce ne fosse bisogno, si dimostra come l’Accademia sia una scuola fra quelle di più alta qualità in Europa tanto da meritare l’equipollenza alla laurea e inoltre si porta Imola nel dibattito musicale mondiale con un indotto importante in città”.

E su questo argomento il presidente ha insistito: “Per quanto ci riguarda, noi siamo pronti per occupare un padiglione del complesso dell’Osservanza con aule e stanze riservate agli allievi. Ci sono accordi chiari e scritti da rispettare”. Dalla parte opposta non c’era la sindaca Manuela Sangiorgi assessora alla Cultura, in ferie, ma l’assessora alla Scuola Claudia Resta che ha ribadito il forte interesse dell’Amministrazione senza però poter prendere al momento impegni precisi.

“Voglio rimarcare due cose – ha detto il direttore e fondatore dell’Accademia Franco Scala -. Non ho mai incontrato nostri allievi che non lavorino, certo la selezione è dura, ma premia i migliori. In secondo luogo noi insegniamo come si insegna, la didattica è molto importante. Se un ex allievo diventato insegnante e non ha allievi, se ne deve andare. Infine, vorrei chiedere all’Amministrazione di mettere all’entrata della nostra città cartelli con la scritta ‘Imola città del pianoforte’. Penso che ce lo meritiamo”. Da segnalare l’on. imolese della Lega Gianni Tonelli è entrato da questa primavera nel CdA dell’Accademia.

La segretaria generale dell’Accademia Angela Maria Gidaro ha ricordato che “la prima edizione del festival estivo si tenne nel 2012 su richiesta della Cina in un periodo libero da impegni scolastici. Quest’anno  abbiamo giovani talenti provenienti da diverse parti del mondo, 200 persone, alle quali si aggiungono 84 ragazzi dai 16 ai 19 anni dell’orchestra giovanile statunitense di Portland Metropolitan Youth Symphony
diretta da Raul Gomez. L’orchestra rimarrà in città 5 giorni ospite del Festival nella formula ‘in Residence’, animando sessioni di prove orchestrali diurne e concerti serali con solisti dell’Accademia”.

Martedì 16 luglio si comincerà alle 21.30 al teatro dell’Osservanza con Alessandro Taverna al pianoforte. Molto interessante e suggestivo, mercoledì 17 luglio, alle 21.30, in collaborazione con i musei civici di Imola in apertura straordinaria, il Silent WiFi concert di Andrea Vizzini che suonerà un pianoforte che potrà essere ascoltato solamente da chi ritirerà le cuffie dalle 20.45 nei giardini di San Domenico.

Per gli altri concerti, che segnaleremo, per ora rimandiamo al sito www.accademia pianistica.org.

(m.m.)